rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità Paese / Via Morganella Ovest, 55

Cava Morganella, flash-mob di "Europa Verde": «No all'ampliamento»

Domenica 21 febbraio un gruppo di attivisti trevigiani ha manifestato davanti ai cancelli della cava, sottolineando il rischio che i nuovi lavori inquinino la falda acquifera

Domenica 21 febbraio, davanti ai cancelli di Cava Morganella a Paese, si è tenuto il flash-mob organizzato da “Europa Verde-Verdi della Marca Trevigiana” per sostenere il proprio "no" ai lavori di ampliamento in profondità da 40 a 60 metri.

Isabella Scortegagna di "Europa Verde" spiega: «Abbiamo ribadito che non è possibile rischiare di inquinare la falda acquifera sotto la cava, che rifornisce anche l'acquedotto di Treviso. Questo potrebbe accadere se si intacca la stratigrafia del terreno, senza considerare che la vicinanza con ben due discariche potrebbe portare a sversamenti nella falda stessa. Inoltre, l’estrazione di ghiaia è utilizzata principalmente nell’industria del cemento e delle costruzioni ex novo, cosa di cui il nostro territorio, già pesantemente sfruttato, non ha bisogno. La possibilità di ristrutturare e costruire in modo più sostenibile c’è: il legno, risorsa rinnovabile e a minor impatto ambientale».

WhatsApp Image 2021-02-21 at 11.21.41-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava Morganella, flash-mob di "Europa Verde": «No all'ampliamento»

TrevisoToday è in caricamento