Attualità Revine Lago

Celebrazione al monumento dei radioamatori: ricordato don Max Bernardi

Don Max, ricordato con la sua tipica citazione “Che il signore vi strafulmini di Grazia”, ha celebrato l’evento per circa 40 anni, sempre presente come cappellano militare e come radioamatore

Domenica 12 settembre si è tenuto il tradizionale raduno in località La Posa, sul Pian de le Femene a Revine Lago, per rinnovare il legame tra tutti i radioamatori a cospetto del monumento in Italia ad essi dedicato. Quest’anno si è voluto ricordare in particolare modo il cappellano militare Don Max Bernardi che aveva celebrato la Santa Messa l’anno scorso e a ricordo di altri radioamatori che ci hanno lasciato.

Don Max ha celebrato l’evento per circa 40 anni, sempre presente come cappellano militare e come radioamatore, amico della “canaletta” e dei “QSO” (raccolta standardizzata di messaggi codificati), viene ricordato con la sua tipica citazione “Che il signore vi strafulmini di Grazia”. Altre due placchette sono state aggiunte al capitello, dove sono incisi i nomi di Carpenedolo Costante e Casagrande Aquilino, detto nel gergo radioamatoriale “Aquila Azzurra”. Una giornata fortemente voluta e realizzata grazie all’impegno degli storici rappresentanti di ciò che resta del “Radio CB Club Conegliano”, Ivan Rommel Zanetti e Lucio Corsi.

La celebrazione ha visto la nuova partecipazione di un volto conosciuto nel territorio, Don Alessio Magoga, sacerdote delle parrocchie di Bibano-Godega-Pianzano, Direttore del settimanale diocesano "L'Azione", nonché Direttore responsabile dell'emittente "Radio Palazzo Carli". La sua prima messa dedicata a questo mondo lo ha stimolato e incuriosito. Presenti alla giornata molti familiari dei radioamatori e rappresentanti di Associazioni, Ranger e volontari di Protezione Civile dei “Volontari d’Europa O.d.V.”; volontari di “Fraternità della Strada A.p.S”, Cavalieri dei “Knights di Thunderbolt”, volontari di Associazioni sanitarie fino a rappresentanti delle forze dell’ordine e incaricati di governi Micronazionali.

Una domenica spensierata dedicata alla riscoperta del valore della parola e del conforto, emessa e ricevuta tramite la radio, l’apparecchio che riesce a unire persone lontane con una unica passione. E’ stata infine data lettura della preghiera del radioamatore di cui condividiamo questo versetto: “…Entra con il tuo lineare quando le nostre parole non bastano a portare conforto, serenità, pace e speranza a tutti gli amici, specialmente a quelli che hanno nella radio l’unico mezzo per uscire dall’isolamento della malattia, del lavoro o del correre della strada...” (tratto dalla “Preghiera del Radioamatore” di Don Max Bernardi).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celebrazione al monumento dei radioamatori: ricordato don Max Bernardi

TrevisoToday è in caricamento