Giovedì, 16 Settembre 2021
Attualità

A Ceneda torna il Festival Biblico: in programma ben 15 eventi

Incontri, spettacoli, musica, letture saranno i protagonisti in piazza dal 25 al 27 giugno

Inaugurerà il prossimo venerdì 25 giugno la nuova edizione del Festival Biblico, importante appuntamento regionale che annualmente coinvolge le diocesi di Vicenza, Padova, Verona, Rovigo, Vittorio Veneto e Treviso. Per tre giorni la piazza di Ceneda si riempirà di musica, spettacoli, incontri, letture, passeggiate e dibattiti nell'orizzonte comune della fratellanza. «Siete tutti fratelli» (Mt 23, 8) è infatti l'insegnamento biblico che collega i 15 eventi vittoriesi, da venerdì a domenica, punto di partenza di tutti gli ospiti coinvolti nella rassegna.

Tutti gli eventi dei giorni 25, 26 e 27 giugno saranno concentrati nella città di Vittorio Veneto, in particolare nel centro di Ceneda: uno dei principali punti di riferimento della città, attorno alla cui piazza si snodano spazi, sia religiosi sia civili, che offrono interessanti opportunità d’incontro: dalla storica Piazza di Ceneda, si va dall’Aula civica del Comune, alla Cattedrale, ai giardini pubblici, agli ambienti del Seminario, sino al Castello di San Martino, che, dal colle, domina Ceneda. Sono ben 15 gli appuntamenti proposti dalla Diocesi di Vittorio Veneto con l’organizzazione a cura La Chiave di Sophia, nell’arco delle tre giornate, e collocati prevalentemente nelle ore del tardo pomeriggio e serali, anche se non in modo esclusivo: domenica 27, di buon mattino, è prevista anche una meditazione-passeggiata.

La tensione alla condivisione, al dialogo e alla partecipazione sottesa dal tema del festival è stata declinata dalla diocesi di Vittorio Veneto anche in relazione alle tipologie di evento proposte e ai diversi ambiti culturali messi in campo. Non solo incontri e dialoghi tra più protagonisti quindi ma anche spettacoli teatrali, musica, passeggiate letterarie, visite guidate museali, letture musicate. Le diverse forme letterarie e artistiche coinvolgono quindi pubblici diversi ma convergono le proprie energie dando espressione e volto al tema della fratellanza universale.

L’impronta del festival vittoriese è soprattutto filosofica e interculturale grazie alla presenza di ospiti quali Roberta De Monticelli (filosofa, docente di Filosofia della Persona Università Vita Salute San Raffaele), in programma con l’inaugurazione del Festival, Venerdì 25 giugno alle ore 18.00; mons. Ambrogio Spreafico (Vescovo di Frosinone-Veroli-Ferentino e presidente della Commissione Cei per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso), in programma domenica 27 giugno alle ore 18.00 per un dialogo sulla Bibbia dell’Amicizia ponte tra cristiani ed ebrei; Roberto Celada Ballanti (docente di Filosofia della religione e di Filosofia del dialogo interreligioso Università di Genova), per un dialogo sullo storico Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune  firmato da Papa Francesco e il grande imam di Al-Azhar, Ahmad Al-Tayyib,

Grande spazio verrà dato agli spettacoli: venerdì 25 giugno Filosofia in Chiave di Violino sull’Etica Nicomachea di Aristotele. quindi sul concetto greco di amicizia; domenica 27 giugno Mio Fratello, spettacolo teatrale sul senso di fratellanza e di comunità con l’attore Mirko Artuso e Sergio Marchesini alla fisarmonica.

Info e modalità di prenotazione

Per tutti gli appuntamenti è necessaria la prenotazione. Per info e prenotazioni https://bit.ly/FestivalBiblicoVittorioVeneto oppure vittorioveneto@festivalbiblico.it Tutti i cambi di programma saranno tempestivamente comunicati sul sito www.festivalbiblico.it.

Che cos’è il Festival Biblico

Il Festival Biblico nasce nel 2005, per iniziativa della diocesi di Vicenza e della Società San Paolo, che ebbero l’intuizione di unire lo stile, quello tipico di un festival, al contenuto, ovvero le Sacre Scritture, per rileggere la contemporaneità e i fatti dell’attualità. Il Festival non ha finalità confessionali ma si propone come un’esperienza spirituale e culturale aperta a chiunque voglia porsi delle domande per provare a capire qualcosa di più del mondo. Nel corso degli anni, il Festival si è ampliato accogliendo le diocesi di Verona, Padova, Adria/Rovigo.

Nel 2017 si è aggiunta la diocesi di Vittorio Veneto e nel 2020 anche la diocesi di Treviso. Il programma del Festival è così sensibilmente cresciuto, offrendo dialoghi, meditazioni, concerti, mostre, cinema, teatro, passeggiate e proposte nel digitale: il tutto realizzato sia nella sede centrale di Vicenza sia nelle altre sedi diocesane. Il tema e le iniziative di ogni edizione del Festival sono delineati da un coordinamento centrale, il cui presidente è mons. Roberto Tommasi, della diocesi di Vicenza, mentre la direttrice generale è Roberta Rocelli, sempre della diocesi di Vicenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Ceneda torna il Festival Biblico: in programma ben 15 eventi

TrevisoToday è in caricamento