Attualità Superstrada Pedemontana Veneta

Confcommercio: «No al nuovo centro commerciale Hill Montello di Montebelluna»

Il commento del presidente, Patrizio Bertin: «Inaccettabile altro consumo di suolo, se un nuovo centro commerciale apre in zona, altri chiuderanno e lì ci sarà degrado»

Patrizio Bertin

E' stato presentato in queste settimane lo studio di impatto ambientale di Hill Montello, il grande centro commerciale che sarà realizzato vicino all’uscita di Montebelluna della Pedemontana Veneta e che dovrebbe ospitare fino a 160 attività commerciali distribuite su due edifici, in un'area da 25mila metri quadrati.

Duro il commento di Confcommercio Veneto, nelle parole del presidente Patrizio Bertin: «Noi non siamo contro la libertà d’impresa - esordisce - ma di sicuro siamo contro la proliferazione dei centri commerciali e, soprattutto, siamo contro il consumo di altro suolo che, peraltro, già ci vede in testa in quella che non è certo una classifica di cui andare fieri. Sono convinto che la corsa a nuovi insediamenti non sia più giustificata. La torta è sempre la stessa, per cui se uno apre altri dovranno chiudere e la loro chiusura lì determinerà degrado». Bertin è stato in prima linea nel contrastare anche il nuovo centro commerciale di Due Carrare, nel Padovano. «A Montebelluna il consumo del suolo è tanto dannoso come in qualsiasi altra parte della nostra regione, soprattutto se immolato sull'altare di un'operazione squisitamente immobiliare. Non va poi sottaciuto - conclude - come la pandemia abbia modificato tante cose, non ultimi i centri storici che di tutto hanno bisogno fuorché della chiusura di migliaia di attività».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio: «No al nuovo centro commerciale Hill Montello di Montebelluna»

TrevisoToday è in caricamento