Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità Via dell'Industria, 4

Maserada, inaugurato il nuovo Centro di distribuzione postale

Mercoledì 27 gennaio l'inaugurazione a servizio dei 66mila abitanti di Arcade, Breda di Piave, Carbonera, Cimadolmo, Maserada sul Piave, Spresiano, Villorba

L'ingresso del nuovo Centro di distribuzione postale

È stato presentato mercoledì 27 gennaio a Maserada sul Piave il nuovo Centro di distribuzione postale voluto da Poste Italiane. Situato in via dell’Industria, con i suoi 850 metri quadrati di superficie, è stata progettata e realizzata soprattutto in modo funzionale al “Joint Delivery”, il nuovo modello di decapito, introdotto sull’intero bacino territoriale della provincia di Treviso, che garantisce la consegna della corrispondenza e pacchi anche nel pomeriggio e il sabato. Il nuovo centro dispone di attrezzature di ultima generazione, che permettono di ottimizzare il lavoro degli addetti. Di nuova concezione gli strumenti di lavoro, quali i carrelli per la movimentazione interna della posta, le bilance e i casellari, che permettono di ordinare e gestire la corrispondenza con più velocità. A presentare i nuovi locali Carlo Enrico Amadori, responsabile ingegneria e sicurezza del Nordest.

20210127_102540-2

«Nel nuovo Centro di distribuzione di via dell'industria - precisa Amadori - lavorano 41 addetti tra portalettere e operatori interni. I volumi medi giornalieri che questa sede sarà chiamata a gestire, sono molto importanti, poiché si attestano quotidianamente su circa 700 kg di corrispondenza ordinaria e commerciale, mille invii di posta a firma (raccomandate) e 300 pacchi». Il bacino territoriale di riferimento per la sede di via dell’Economia è stato suddiviso in 31 zone di recapito (17 base mattutine, 13 business pomeridiane, 1 dedicata alle grandi aziende). Oltre che su Maserada sul Piave il nuovo Centro di Recapito ha competenza su altri sei comuni: Arcade, Breda di Piave, Carbonera, Cimadolmo, Maserada sul Piave, Spresiano, Villorba. Il Centro di recapito ha a disposizione un parco mezzi che comprende 15 auto, 17 motorini con i quali quotidianamente i portalettere raggiungono circa 66 mila abitanti e più di 8mila imprese. Tutti i portalettere sono dotati di palmare e con i loro terminali gestiscono la corrispondenza ordinaria e a firma in maniera veloce e tracciata portando a domicilio una serie di servizi postali e di pagamento sia per i privati che per i professionisti. Infatti, il destinatario della corrispondenza può pagare da casa o dal posto di lavoro, nello stesso momento in cui avviene la consegna della posta o del pacco, tramite carta Postamat, Postepay o utilizzando le carte di debito del circuito Cirrus/Maestro. Il nuovo modello Joint Delivery, passa dunque anche attraverso nuove strutture, nuovi processi organizzativi e nuove logiche distributive, con le quali Poste Italiane si propone di migliorare ancor più la qualità del servizio e dei tempi di consegna. La nuova organizzazione è articolata su due reti di recapito distinte ma integrate tra loro: la prima, denominata “linea di Base”, assicura quotidianamente, sulla propria area di competenza, la consegna di tutti i prodotti postali; la seconda, chiamata “Linea Business”, è dedicata alla consegna dei pacchi, dei prodotti e-commerce e degli invii a firma (raccomandate, assicurate ecc.) in fasce orarie estese fino alle 19.45 ed il sabato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maserada, inaugurato il nuovo Centro di distribuzione postale

TrevisoToday è in caricamento