menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte della Priula in festa per i venticinque anni del centro diurno

Il centro diurno "Il Germoglio" festeggia in questi giorni il suo venticinquesimo anniversario. Domenica giornata di festa con una speciale apertura della struttura a tutta la cittadinanza

PONTE DELLA PRIULA Il centro diurno "Il Germoglio" di Ponte della Priula compie 25 anni. I centri diurni sono un servizio dell'Unità Operativa Disabilità rivolto a persone di età compresa tra i 18 e i 64 anni con disabilità e si struttura come risposta ai bisogni educativi, assistenziali e di autonomia della persona e della sua famiglia. 

“Il Germoglio", che quest’anno ha accolto 25 persone, fa parte della rete degli undici centri che coprono il territorio del Distretto Pieve di Soligo dell’Ulss 2. Complessivamente nel corso del 2018 gli utenti accolti dai Centri sono stati, finora, oltre 300. Per l'importante ricorrenza gli utenti e gli operatori hanno deciso di organizzare una grande festa per condividere il cammino fatto negli anni con la comunità che li ha accolti e supportati nel tempo. Straordinariamente il centro diurno domenica 30 settembre rimarrà quindi aperto dalle ore 10 alle ore 17 e sarà possibile visitare la struttura dov'è stata allestita una mostra permanente con i manufatti e le attività espressivo-pittoriche realizzate dai giovani ospitati nel centro diurno. L’organizzazione della giornata prevede alcuni eventi per i quali hanno collaborato e saranno presenti attivamente la Proloco di Susegana, gli Alpini di Ponte della Priula, l’associazione Anffas di Vittorio Veneto e gli Scout di Susegana.

Il programma prevede: alle ore 10 la Santa Messa, alle 11.15 l'alzabandiera, alle 11.30 l'esibizione del Coro Gospel di Ponte della Priula. Alle ore 13 tutti a tavola per il pranzo con ospiti e famiglie mentre alle 14.30 ci sarà lo spettacolo con la Maga Gaia per grandi e piccini. Durante la manifestazione sarà attivo un mercatino in cui saranno venduti manufatti prodotti dagli utenti del Centro il cui ricavato servirà a finanziare le attività promosse dall'associazione Anffas. Sarà un occasione per condividere un momento di festa con le persone, le associazioni e i gruppi che in questi anni hanno partecipato alle attività del centro e per invitare gli abitanti del territorio a conoscere questa realtà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Attualità

Conegliano dà l'addio a "Mamma Africa": morta per Covid a 50 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento