Attualità Vittorio Veneto / Via della Strada Alta, 2

Vittorio Veneto, prima giornata senza contagi Covid: inaugurato il nuovo Centro di medicina

Dopo 18 anni di storia il Centro di medicina cambia sede e aggiunge nuovi servizi: Radiologia, Fisioterapia e Odontoiatria. Sabato 10 luglio il taglio del nastro alla presenza di numerose autorità

Sabato 10 luglio è stata la prima giornata senza contagi  Covid per il Comune di Vittorio Veneto. Ad annunciarlo è il sindaco Antonio Miatto, intervenuto questa mattina all'inaugurazione del nuovo Centro di medicina.

VV NUOVO - MIATTO-2

Alla cerimonia di sabato mattina è arrivata anche la lettera del presidente Zaia che si è complimentato per la nuova iniziativa: «L'attenzione alla prevenzione è dimostrata dagli investimenti in macchinari all’avanguardia per diagnosticare tempestivamente l’insorgere delle malattie». Infine la grande presenza e partecipazione di rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni, di medici e di pazienti. Sempre con la direzione sanitaria della dottoressa Carla Scottà, sono più che quadruplicati gli spazi rispetto alla precedente sede. La nuova sede passerà in pochi mesi da 50 ad oltre 140, tra medici, professioni sanitarie e personale di supporto. Inoltre il grande parcheggio esterno della nuova sede rende molto più facile l’accesso ai servizi. «Crediamo nell’importanza di realizzare strutture che siano non solo funzionali nella organizzazione dei servizi ma anche nel design degli spazi. Anche questo elemento, apparentemente estetico, contribuisce in realtà a far star meglio le persone che hanno bisogno di vivere serenamente un momento di difficoltà - commenta l'amministratore delegato del Centro di medicina, Vincenzo Papes - Dall’altro lato puntiamo come approccio alla presa in carico del paziente, in modo tale da seguirlo sempre in modo appropriato durante tutto il suo percorso clinico. L'organizzazione a rete infatti ci consente di far trovare sul territorio, vicino a casa, la diagnostica di primo livello, e nei centri provinciali i secondi livelli».

VV NUOVO - SCHERMA-2

Tra le novità, che potenziano un Poliambulatorio specialistico con all’interno 30 branche, il Punto prelievi ed il Servizio Covid, i Servizi di Radiologia, Cardiologia, Ginecologia, Orl, Fisioterapia e Riabilitazione, la Medicina del lavoro, la Medicina estetica, l’Odontoiatria e la Palestra riabilitativa. Tra i punti di forza, l’inserimento del Servizio di Senologia diagnostica, con la possibilità di effettuare l’esame gold standard per la diagnosi precoce del tumore al seno (ecografia+visita+mammografia), con la tecnologia più avanzata oggi disponibile: il mammografo 3D con tomosintesi smartcurve.  Un ringraziamento particolare è andato a tutti coloro che hanno lavorato perché il cantiere si completasse. Nei mesi di effettiva operatività, il cantiere ha coinvolto un pool di 30 tra imprese e professionisti, con oltre 120 addetti, oramai specializzate nell’edilizia sanitaria innovativa. Madrina della cerimonia è stata la Scherma Vittorio Veneto, con una delegazione nutrita e con una esibizione di spada e di sciabola: dal vicepresidente Casagrande Flavio al Segretario Eloisa Favaretto al maestro Szpak Robert Bartosz, alle atlete Baggio Eleonora, Crescentini Giulia Sofia, Salvador Miriam e Milanese Michelle.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittorio Veneto, prima giornata senza contagi Covid: inaugurato il nuovo Centro di medicina

TrevisoToday è in caricamento