Festa per il Centro Servizi Cosulich di Casale: l'Ulss 2 lo dichiara "Covid Free"

La struttura, appena ricevuta la notizia, ha subito aggiornato le procedure necessarie all’accesso in sicurezza dei familiari degli ospiti

Il personale di Ca' dei Fiori alla ricezione della notizia

Con comunicazione inviata nella giornata di venerdì da parte della Task Force Ulss 2, il Centro Servizi C. Cosulich-Ca' dei Fiori di Casale sul Sile è stato dichiarato libero dal Covid-19 (Covid Free). Il direttore Michele Basso: «Abbiamo aggiornato le procedure necessarie all’accesso dei familiari alla nostra struttura, seguendo le Linee guida della Regione Veneto del 26 maggio scorso e secondo le indicazioni ricevute dall’Azienda Ulss 2 Marca Trevigiana. Le visite sono quindi possibili da lunedì 8 giugno, attenendosi ovviamente  alla procedura che deve essere seguita per garantire lo svolgimento delle visite con il massimo della sicurezza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Superenalotto, doppia vincita nel weekend in provincia di Treviso

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

  • Monfumo, Cornuda e Pederobba: raffica di allagamenti, strade come fiumi

  • Maltempo, albero cade e travolge un'auto: vigilante ferito

  • Coronavirus, Zaia: «Gli immigrati della Serena devono tornare a casa loro»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento