Una speciale chiave di Keyline per il primo catamarano al mondo per disabili

Gribaudi: "La chiave è simbolo di libertà, proprio quella libertà che anche Andrea Stella attraverso il suo progetto vuole evocare abbattendo qualsiasi barriera fisica e ideale"

CONEGLIANO L’amministratrice unica di Keyline Mariacristina Gribaudi ha consegnato giovedì una chiave, forgiata per l’occasione dall’azienda di Conegliano, ad Andrea Stella, influencer, imprenditore e velista disabile. Il pretesto è stato offerto dall’inaugurazione a Palazzo Mocenigo di Venezia della mostra fotografica “WoW – Wheels on Waves”, dedicata al progetto del primo catamarano al mondo completamente accessibile ai diversamente abili.

“La chiave è, tra le altre cose, simbolo di libertà, proprio quella libertà che anche Andrea Stella attraverso il suo progetto vuole evocare abbattendo qualsiasi barriera fisica e ideale” spiega Gribaudi, anche nella sua veste di presidente della Fondazione Musei civici di Venezia. “Lo Spirito di Stella”, questo il nome dell’imbarcazione priva di barriere architettoniche, attraccata fino a domenica 6 maggio presso la Stazione Marittima di Venezia, è impegnato in un viaggio per mare lungo 14 tappe che si concluderà il 14 ottobre a Trieste. La mostra rappresenta un’occasione per rivivere l’intensa esperienza del viaggio WOW 2017 - quindici tappe attraverso i principali porti italiani - raccontata in un foto-diario che raccoglie una ventina di scatti tra i più emblematici e significativi, suddivisi in 4 zone tematiche: il viaggio, l’accessibilità, gli incontri e la quotidianità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento