menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle tante serate danzanti al Dema (Foto tratta da Google Immagini)

Una delle tante serate danzanti al Dema (Foto tratta da Google Immagini)

La discoteca Dema chiude i battenti dopo 25 anni di attività

Dal 1 gennaio 2019 lo storico locale di via Roma a Lancenigo sarà assorbito dall'Odissea nelle serate di mercoledì e domenica. Amatissimo il format de "La posta del cuore"

Per molti è la fine di un'epoca: dopo 25 anni di serate indimenticabili la discoteca Dema di Villorba chiude per sempre i battenti. Dal 9 gennaio sarà assorbita, nelle serate di mercoledì e domenica, dalla discoteca Odissea che avrà il difficilissimo compito di raccogliere l'eredità di uno dei locali più amati nella provincia di Treviso.

Chi ha avuto la fortuna di frequentare il locale con assiduità sa bene che il Dema era più di una semplice sala da ballo. Nel corso degli anni i titolari Checco e Luisa hanno dato vita a dei veri e propri format d'intrattenimento che hanno conquistato clienti provenienti da tutta Italia. La serata che ha decretato la fortuna del Dema è stata senza dubbio quella dedicata alla "Posta del cuore" che ha visto nascere centinaia di coppie e amori arrivati spesso fino all'altare del matrimonio. Affollatissime anche le serate latine, organizzate molto prima che il reggaeton diventasse una moda globale. L'atmosfera informale e il clima di grande familiarità del Dema lo hanno reso uno dei locali simbolo della Marca. Dal 1 gennaio i titolari hanno deciso di mettere un punto a questa bellissima storia e di iniziare un nuovo capitolo della loro avventura. Il Dema continuerà a vivere nelle sale dell'Odissea di Spresiano anche se in molti dicono che la magia che si respirava nel locale di Lancenigo sarà impossibile da ricreare. Sulla pagina Facebook del locale i titolari hanno voluto ringraziare la clientela per 25 anni indimenticabili e in molti hanno risposto al loro messaggio con commenti molto toccanti. "Sono stati anni indimenticabili" scrive qualcuno, "L'idea della Posta del cuore è stata una cosa geniale che lo ha reso unico in provincia e nelle province confinanti... Il latino c'è ovunque. La posta del cuore solo al Dema" commenta un altro cliente e la lista di messaggi è davvero infinita a dimostrazione dell'affetto sincero suscitato dal locale. Il 9 gennaio inizia una nuova pagina di storia per gli amanti del Dema nella speranza di riuscire a ricreare la magia degli ultimi 25 anni che, a detta di tutti, sono stati a dir poco indimenticabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento