menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Agenti dell'Interpol in azione

Agenti dell'Interpol in azione

Condannato a oltre 13 anni di carcere, era in Cambogia: arrestato

Christian Casagrande, originario di Conegliano ma residente a Sacile, è stato raggiunto nella sua abitazione di Phnom Penh. Era ricercato da quattro anni per reati finanziari

Dovevano arrestare Antonello Marras, 45enne sardo condannato a 8 anni e 8 mesi di carcere per violenza sessuale su minore ma, nella casa di Phnom Penh (Cambogia) dove l'uomo si nascondeva, le forze dell'ordine hanno trovato, a sorpresa, anche il latitante trevigiano Christian Casagrande, ricercato da ben quattro anni. Per entrambi gli arrestati è stata chiesta l'estradizione.

Si è conclusa in questo modo l'operazione internazionale coordinata dalle autorità italiane e cambogiane attraverso l'esperto per la sicurezza dell'Interpol. Casagrande, 45 anni, originario di Conegliano ma residente a Sacile, era fuggito dall'Italia nel 2017 quando il tribunale di Venezia aveva respinto la sua istanza di misure alternative alla detenzione in carcere dopo la condanna a 13 anni e quattro mesi di reclusione per una serie di gravi reati finanziari tra cui due bancarotte fraudolente (6 anni di condanna), contraffazione di vini, uso indebito di carte di credito ed estorsione ai danni dei gestori di un night club di Pordenone. In un primo momento Casagrande si era nascosto in Serbia e Romania prima di farsi una nuova vita in Thailandia, spostandosi spesso nella vicina Cambogia dov'è stato arrestato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento