Treviso-Ostiglia aperta? Il sindaco di Quinto: «No, scatteranno le verifiche»

In queste ore sono molti i cittadini di Quinto che se lo chiedono. Il sindaco Stefania Sartori: «Le parole di Zaia sono chiare: ho già mandato i vigili urbani a controllare»

La ciclabile Treviso-Ostiglia è stata presa d'assalto dai runner

La Treviso-Ostiglia è aperta? In queste ore sono molti i cittadini di Quinto di Treviso che se lo chiedono, notando, nella ciclabile utilizzata però anche da  molti runner, un aumento del via vai di persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' l'effetto dell'allentamento delle misure restrittive volta dal presidente della Regione Zaia, nella parte di ordinanza, firmata il 13 aprile scorso, dove allentava il vincolo dei 200 metri da casa per svolgere attività fisica? O con le porte aperte  c'è qualcuno che se ne è approfittato? «Qualche "buontempone" strappa i nastri bianco/rossi...i 200mt da casa non esistono più e così la gente si sente libera...di camminare, per di più anche senza mascherina. Altro che pensar a dove andar in ferie...qui restiamo dentro fin a Natale»  scrive qualcuno sul gruppo "Sei di Quinto se...". E altri.  «Controllate perché c'è un sacco di gente in giro senza mascherina e guanti e distanti parecchio da casa , questo non va bene ... non ne veniamo più fuori vergognatevi !!!un po' di buon senso ...». «Per quanto mi risulta - spiega Stefania  Sartori, sindaco di Quinto - la via Ostiglia non è ancora aperta e rimane  off limits. Evidentemente qualcuno ha ritenuto che l'ordinanza della Regione fosse applicabile a questa parte di territorio. Ma non è cosi: le parole del presidente Zaia sono chiare, via i 200 metri ma attività sportive sempre nelle vicinanze di casa e dotati di presidi medici, come mascherina e guanti. E soprattutto da soli. Non mi risulta neppure che che tutti abbiano ciò che serve e che vengano rispettate le indicazioni: ho già mandato la Polizia locale a controllare, scatteranno le verifiche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Covid 19, studio choc di un epidemiologo trevigiano:«Il vaccino? Forse è una chimera»

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Scooter fuori strada: morto un 38enne, ferita una ragazza 21enne

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento