Tredici bombe della Grande Guerra neutralizzate dai militari del Genio di Udine

Gli ordigni, rinvenuti in diversi comuni della provincia di Treviso, sono stati trasferiti a Cimadolmo presso la “cava Zanardo”, dove è stata identificata un’area idonea alle operazioni di inertizzazione e bonifica

Gli artificieri del Genio di Udine al lavoro

Si concluderà domani, giovedì, un’impegnativa attività di bonifica del territorio da ordigni residuati bellici a presunto caricamento chimico intrapresa dal 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, iniziata il 7 novembre 2019 e condotta nel comune di Cimadolmo della provincia di Treviso. Gli artificieri della Caserma “M.O.V.M. G.B. Berghinz” di Udine, in collaborazione con gli specialisti del Centro Tecnico Logistico Interforze (CETLI) di Civitavecchia, sono intervenuti nel recuperare e neutralizzare 13 ordigni esplosivi a presunto caricamento chimico risalenti al primo conflitto mondiale: complessivamente n. 2 granate da 149 mm, n. 1 granata da 105 mm, n. 1 granata da 104 mm, n. 4 granate da 102 mm, n. 4 granate da 100 mm e n. 1 granata da 75 mm.

IMG_4020-2

L’attività, classificata come “particolare”, è stata dettata dalla Prefettura di Treviso, coordinata e condotta da personale qualificato CMD (Conventional Munition Disposal) del 3° Reggimento Genio Guastatori con l’ausilio di personale delle Forze dell’Ordine, dei Vigili del Fuoco, della Croce Rossa Militare e della Protezione Civile. Gli ordigni, rinvenuti in diversi comuni della provincia di Treviso, sono stati trasferiti a Cimadolmo presso la “cava Zanardo”, dove è stata identificata un’area idonea alle operazioni di inertizzazione e bonifica. Prima dell’inizio delle operazioni di neutralizzazione, uomini e mezzi del 3° reggimento Genio Guastatori hanno predisposto misure di sicurezza tecniche atte a ridurre i rischi derivanti da una possibile detonazione a cielo aperto al fine di tutelare la pubblica incolumità.

intervento su 149-2

Il 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, inquadrato nella Brigata di cavalleria “Pozzuolo del Friuli”, è un’unità dell’Arma del Genio che, sotto il controllo del Comando Forze Operative Nord di Padova, è incaricata di bonificare il territorio del Friuli Venezia Giulia e delle province di Treviso e Belluno dai residuati bellici dei due conflitti mondiali ancora esistenti. L’Esercito, grazie alle capacità esprimibili dei reparti del genio, oltre all'impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d'intervenire nei casi di pubbliche calamità e utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PHOTO-2019-11-07-11-57-28 (2)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento