rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità Castelfranco Veneto / Piazza della Serenissima, 60

Cisl, inaugurata la nuova sede di Castelfranco intitolata a Tina Anselmi

La struttura presenta trecento metri quadrati che ospitano servizi, sportelli e Federazioni di categoria in uno spazio funzionale e facilmente raggiungibile

“Aver scelto di intitolare a Tina Anselmi la nuova sede della Cisl di Castelfranco Veneto è per noi un atto significativo ed importante, un convinto riconoscimento nei confronti di una grande donna italiana che ha lasciato una eredità politica, morale e sociale che va portata avanti con determinazione, responsabilità, impegno e coerenza”. Con queste parole il segretario generale della Cisl nazionale Luigi Sbarra ha accompagnato oggi pomeriggio il taglio del nastro della nuova sede di Castelfranco Veneto in piazza della Serenissima. Trecento metri quadrati che ospitano servizi, sportelli e Federazioni di categoria in uno spazio funzionale e facilmente raggiungibile. La sede è stata intitolata alla castellana Tina Anselmi. Nel corso della cerimonia, è stato scoperto un pannello posto nell’ingresso della sede che ricorda la prima donna ministro della Repubblica e una delle sue più celebri frasi: “Capii allora che per cambiare il mondo bisognava esserci”.

“Per migliorare il mondo, affermava Tina che fu partigiana, sindacalista Cisl , ministro e preziosa riserva dello Stato, non basta lamentarsi. Bisogna esserci: “Esserci per cambiare” - ha ricordato Sbarra -. In tre parole un manifesto politico potente, definitivo. Incredibilmente attuale. Esserci per cambiare significa che ognuno ha in sé una quota di responsabilità da spendere nella costruzione del bene comune. Una carta che tutti, a seconda delle possibilità, siamo chiamati a giocarci non nella dimensione dell’egoismo e dell’individualismo, ma in quella della solidarietà, della partecipazione, dell’organizzazione sociale, dell’impegno collettivo pragmatico, non ideologico o conflittuale. Ecco perchè quando si costruisce una nuova casa dei lavoratori, dei pensionati, dei giovani, degli immigrati, delle famiglie, quando li si chiama sotto lo stesso tetto a organizzarsi nel  sindacato e a partecipare attivamente al sindacato, si rende onore nella maniera migliore anche alla storia di Tina Anselmi a cui tutti dobbiamo essere sempre grati e riconoscenti”.

“È enorme - ha detto il segretario generale territoriale Massimiliano Paglini - il sentimento di gratitudine verso l’opera sociale, sindacale, morale, istituzionale che Tina ha costruito con la sua vita, che è monumento dei diritti democratici e delle libertà costituzionali dell’intero popolo italiano, esempio e testimonianza di una vita impegnata a costruire l’elevazione spirituale e sociale delle donne e degli uomini, lavoratrici, lavoratori, deboli, oppressi, milioni di persone che ancora oggi beneficiano dell’opera straordinaria e delle intuizioni di Tina Anselmi. Tina incarnava le virtù repubblicane, è stata fedele servitrice della carta costituzionale e delle istituzioni democratiche. Chiunque entrerà in questa bella e funzionale nuova sede, vedrà la sua immagine e le sue parole, a ricordare che, come amava dire lei, i diritti e la democrazia non sono mai per sempre e vanno difesi e custoditi, a partire dall’impegno che ognuno di noi deve sentirsi addosso come dovere”.

Presenti alla cerimonia d’inaugurazione, oltre al leader nazionale della Cisl, le sorelle di Tina: Maria Teresa e Gianna Anselmi, a testimonianza dell’importanza dell’evento per la comunità di Castelfranco, rappresentata dal sindaco Stefano Marcon, affiancato dal presidente Anci Mario Conte e dal primo cittadino di Riese Pio X Matteo Guidolin. Accorato anche il messaggio che il vescovo Tomasi ha voluto far arrivare alla Cisl, un “incoraggiamento per l’impegno costante e serio al servizio del bene comune”, così come le parole del segretario della Cisl del Veneto Gianfranco Refosco, che ha ricordato come “la figura di Tina Anselmi dimostri come si possa diventare protagonisti dei cambiamenti partendo dai territori ed esercitando la responsabilità”.

La nuova sede della Cisl si trova in Piazza della Serenissima, 60 (interno 110), presso il centro commerciale/direzionale I Giardini del Sole, in uno spazio di 300 metri quadrati al primo piano raggiungibile con ascensore e quindi facilmente accessibile per le persone con disabilità e anziani. La sede è moderna, luminosa e funzionale, dotata di una reception per l’accoglienza, degli uffici del Caf, del patronato Inas, delle Vertenze, di uno sportello Ebav per i lavoratori dell’artigianato e dei recapiti delle categorie dei lavoratori e dei Pensionati. Presente anche una sala riunioni e uno spazio polifunzionale per il potenziamento dell’operatività durante la campagna fiscale.

La sede è aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, lavora solo su appuntamento ed è dotata di un ampio parcheggio gratuito. Il nuovo spazio Cisl a Castelfranco si prefigge di diventare il punto di riferimento per i lavoratori, i pensionati e più in generale per tutti i cittadini con necessità di assistenza e consulenza in un’area vasta - quella della Destra Piave - ad alta densità di imprese nel terziario avanzato e nella manifattura.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cisl, inaugurata la nuova sede di Castelfranco intitolata a Tina Anselmi

TrevisoToday è in caricamento