rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Attualità Vittorio Veneto / Via Pontavai, 121

Città della Vittoria, posata la prima pietra: «Al via i lavori per la nuova sede»

Giovedì 23 marzo il via ai lavori all'istituto superiore di Vittorio Veneto. Il progetto è finanziato dalla Provincia di Treviso per oltre 11 milioni di euro. Il presidente Marcon: «Nuovo capitolo per la città»

La Provincia di Treviso ha dato il via ufficiale ai lavori di costruzione del nuovo IIS Città della Vittoria a Vittorio Veneto: oggi, giovedì 23 marzo, è stata infatti posata la prima pietra del cantiere, dove sono già stati realizzati dalla ditta Setten SpA gli scavi per le fondamenta della scuola. L'opera, dal valore totale di 11 milioni 783mila euro, è finanziata per 9 milioni da contributi del piano “Next Generation EU”, 1 milione 750mila euro da conto termico, e un altro milione di euro da fondi propri della Provincia.

Il progetto

Nelle scorse settimane era stata completata la prima fase dell'intervento, che prevedeva la demolizione della precedente struttura, e in seguito predisposto il terreno in cui edificare il nuovo complesso scolastico con caratteristiche NZEB (Nearly Zero Energy Building), completamente eco-sostenibile. Oggi, con la posa della prima pietra da parte del presidente della Provincia di Treviso, Stefano Marcon, insieme ai rappresentanti degli studenti dell'Istituto, al sindaco del Comune di Vittorio Veneto, Antonio Miatto, della dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale, Barbara Sardella, della dirigente scolastica, Susanna Picchi, dell'europarlamentare Gianantonio Da Re, della squadra di ingegneri e tecnici della Provincia e della ditta Setten Genesio SpA si celebra l'inizio della fase successiva di costruzione della scuola superiore.

posa-prima-pietra-studenti

Nel momento celebrativo della posa della prima pietra le Istituzioni hanno inserito in un mattone un messaggio di buon auspicio scritto dagli studenti dell'Istituto, simbolo delle fondamenta su cui sorgerà la nuova scuola. Nel dettaglio, il nuovo “Città della Vittoria” verrà realizzato con soluzioni progettuali e impiantistiche finalizzate a minimizzare i consumi energetici della climatizzazione estiva/invernale, così come all’illuminazione, ventilazione e produzione di acqua calda sanitaria. La struttura sarà composta da: due corpi a pianta rettangolare con blocchi a due e tre piani, assemblati a forma di “L”, un corpo quadrato a un piano per i laboratori, un impianto fotovoltaico di circa 50 kW sulla copertura, un impianto di climatizzazione invernale ed estiva e sarà dotato di una nuova cabina per la fornitura dell’energia elettrica. Il primo lotto di lavori comprende: 17 aule, 2 aule sdoppiabili, 5 laboratori multimediali, 2 laboratori saldatura e macchine utensili, uffici segreterie e tecnici, infermeria, archivio e magazzini.

I commenti

«Un nuovo capitolo per il futuro della città di Vittorio Veneto e soprattutto per studentesse e studenti che frequentano e frequenteranno questo Istituto - sottolinea Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso - si tratta di una scuola storica, che ha accompagnato le generazioni dal 1962 a oggi. Nei prossimi due anni la nuova struttura sarà pronta, completamente in sicurezza dal punto di vista sismico ed efficiente sotto il profilo energetico: insomma, un la Provincia aggiunge un altro tassello al grande puzzle di interventi che stiamo realizzando in tutti i poli scolastici del territorio e che corrispondono ai 100 milioni di euro intercettati dall'Amministrazione per concretizzare tutte queste opere. Sono felice, perché quando dalle parole si passa ai fatti concreti, come abbiamo fatto oggi, trovo la soddisfazione che serve per essere un buon amministratore pubblico».

saluti-città-della-vittoria

«Vedere i lavori e le trasformazioni del Città della Vittoria, che è stata la mia scuola, mi emoziona e commuove profondamente - aggiunge Gianantanio Da Re, europarlamentare - i ricordi del passato e le esperienze che ho vissuto in quegli anni sono stati e sono per me un punto di riferimento che mi ha accompagnato in tutti i momenti della mia vita lavorativa e personale. Auguro a ragazze e ragazzi di fare tesoro delle lezioni di vita che la scuola insegna e di spenderle nel migliore dei modi per il proprio percorso».

«Dopo i grandi lavori realizzati gli anni scorsi, per citarne uno penso per esempio al consolidamento e adeguamento sismico del liceo Flaminio, ringrazio la Provincia per essere tornata a Vittorio Veneto con questo importante intervento di costruzione del nuovo Città della Vittoria - spiega Antonio Miatto, sindaco di Vittorio Veneto - che sarà un punto di riferimento per studenti di oggi e di domani. Voglio ringraziare la Provincia anche per il nuovo finanziamento ministeriale intercettato per la palestra dell'Ipssar Beltrame, a cui si aggiungo il contributo del Comune di Vittorio Veneto, che ospiterà non solo la comunità scolastica, ma sarà a disposizione anche del pubblico e delle associazioni del mondo dello sport per gare ufficiali».

«Sono orgogliosa di poter partecipare oggi alla posa della prima pietra di un Istituto storico come il Città della Vittoria - prosegue Barbara Sardella, dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale - colgo l'occasione per ringraziare la Provincia per il grande programma di investimenti che riserva all'edilizia scolastica, non solo in termini economici, ma sempre con uno sguardo lungimirante alle necessità dei nostri giovani, a spazi ottimizzati, innovativi e sicuri in cui poter garantire un percorso formativo adeguato e stimolante».

«Quella di oggi è una giornata memorabile. Non è solo l’inizio della costruzione di un edificio, che ospiterà una scuola, ma si avvia la concretizzazione di un progetto di vita, dedicato alle nostre giovani e future generazioni. Una nuova scuola è sempre un investimento sul futuro dei nostri giovani - le parole di Susanna Picchi, dirigente scolastica dell'IIS Città della Vittoria - La posa della prima pietra rappresenta una svolta per il Città della Vittoria, per questo insieme alla Provincia abbiamo coinvolto attraverso un concorso di idee per scrivere alcune frasi di buon auspicio che sono andate poi a comporre il messaggio inserito nella pietra che oggi abbiamo simbolicamente incastonato nelle fondamenta dell'Istituto. Ringrazio l’Ente Provincia ed il suo presidente Stefano Marcon per aver scelto di investire al Città della Vittoria, chiara dimostrazione di quanto le azioni delle Istituzioni territoriali, come quelle della Scuola, abbiano come obiettivo principe il benessere e la realizzazione dei giovani».

«Siamo soddisfattti di aver avuto l'opportunità di prendere in carico la costruzione del Città della Vittoria - conclude Genesio Setten, titolare della Setten SpA - un'opera importante per la Città e per gli studenti, che stiamo realizzando con ottimismo, massimo impegno e cercando di rispettare tutte le tempistiche e le esigenze prefissate. In passato abbiamo già avuto modo di lavorare per la Provincia, con cui abbiamo un rapporto di proficua sinergia e collaborazione reciproca».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città della Vittoria, posata la prima pietra: «Al via i lavori per la nuova sede»

TrevisoToday è in caricamento