Club 27 chiuso "per ignoranza", i titolari: «Rispettate le regole»

Mercoledì 20 maggio i gestori del locale di Castelfranco Veneto hanno deciso di chiudere 4 ore prima del solito per dare un segnale forte ai clienti, invitandoli a rispettare le norme

L'avviso appeso sulla porta del Club27

Mercoledì 20 maggio il Club 27 di Castelfranco Veneto ha deciso di abbassare le serrande alle ore 22 invece che alle 2 di notte a causa dell'inciviltà dei suoi clienti. Alla porta è stato affisso un foglio con un messaggio ben chiaro: "Chiuso per ignoranza".

«Siamo dei semplici baristi che in un momento così delicato son costretti a trasformarsi in psicologi, padri, forze dell'ordine, security, amici, confidenti, babysitter ad essere cordiali, gentili ed ospitali con persone che non hanno remore e rispetto verso il nostro lavoro e verso la nostra salute - scrivono i titolari Christian D'Amico e Luca Calzavara sulla pagina Facebook del locale - Solo per la serata di mercoledì scorso, abbiamo deciso di chiudere prima, con l'intento di dare un segnale chiaro, che in una situazione come quella che tutti stiamo vivendo é necessario cercare di rispettare le regole di un vivere civile e di rispettare tutte quelle attività come la nostra che sono direttamente responsabili di gestire al meglio questo momento, cercando di garantire un servizio ed un intrattenimento quanto più sano possibile. Ci riserveremo la facoltà di poter allontanare tutte le persone che non rispetteranno le regole e ci mancheranno di rispetto. Confidiamo nell'intelligenza delle persone» concludono nel loro appello che ha raccolto migliaia di apprezzamenti e condivisioni sui social.

Da lunedì 18 maggio infatti, primo giorno della riapertura al pubblico di bar e ristoranti, sono stati tantissimi anche a Castelfranco i giovani che si sono riversati nei locali del centro spesso non rispettando le regole. Le forze dell'ordine hanno effettuato controlli ogni sera per verificare che le norme fossero state applicate da locali e clienti. Il Club 27 vedendo che molti avventori non rispettavano distanziamenti e uso delle mascherine ha preso una decisione drastica, molto apprezzata da colleghi e residenti. Un'inziativa che, per ora, ha riguardato solo la serata di mercoledì ma non è escluso possa tornare a ripetersi se le regole continueranno a non essere rispettate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento