Co i piè descalsi: il bilancio finale di un'edizione da record

Cinque giorni di sole, ventimila presenze, 70 esibizioni solo tra sabato e domenica. Un successo che cresce di anno in anno grazie all'impegno del Gruppo ricreativo culturale 86

VASCON Cresce di anno in anno il successo del festival Co i piè descalsi, organizzato dal Gruppo Ricreativo Cultuarale 86 nella frazione di Vascon. Per oltre un mese gli organizzatori hanno lavorato duro per allestire a puntino questo incredibile festival: parcheggi, accoglienza artisti e artigiani, laboratori del gioco, chioschi e punti ristoro, service audio e luci. “Co i piè descalsi” ha saputo confermarsi anche quest'anno come un evento unico, affascinante e irripetibile. 

"Vorremmo ribadire che la perfetta riuscita della manifestazione con presenze stimate attorno alle ventimila persone è tutto merito nostro, non riceviamo alcuna sovvenzione e nessun aiuto pubblico per imbastire un evento così importante a livello regionale, ma non è questo ciò che ci importa in questo momento. Alla fine di questa grande edizione ciò che più ci riempie di gioia sono i tanti segnali positivi ricevuti dal pubblico, per come abbiamo saputo gestire la manifestazione su tutti i fronti: sicurezza, artistico, logistico e culinario e ancor di più ci allarga il cuore vedere i sorrisi e la gioia dei bambini: per loro continueremo su questa strada, per dargli la possibilità di vivere liberamente importanti esperienze culturali e artistiche, come quelle proposte da noi qui a Vascon, alla ventunesima edizione de Co i piè descalsi" commentano gli organizzatori del festival.

Un arcobaleno di colori ha invaso Vascon, migliaia di persone di tutte le età baciate dal sole caldo. Chi ballava, chi fissava incredulo le acrobazie mozzafiato di alcuni artisti, chi sorrideva e brindava in compagnia di amici, chi giocava con semplici giochi in legno, chi incuriosito osservava le mani precise degli artigiani lavorare la materia prima. "Ognuno di sicuro è tornato a casa almeno con un ricordo indelebile di questo festival e siamo convinti sia ritratto in un sorriso" dichiarano gli organizzatori del festival che hanno voluto salutare il loro pubblico con queste parole: "Grazie a tutti i nostri collaboratori che mettono braccia, mente e cuore in quello che fanno e a tutte le persone che hanno deciso di venire a Co i piè descalsi perché credono nell’arte di strada, nella musica nello spettacolo ma soprattutto credono in noi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Fondi di caffè: non gettarli, ti sorprenderanno!

Torna su
TrevisoToday è in caricamento