rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

Coldiretti Veneto, Marina Montedoro è la nuova direttrice regionale

Mercoledì 3 novembre la nomina: Montedoro, già presidente dell'associazione Colline Unesco di Conegliano e Valdobbiadene, prende il posto di Tino Arosio passato alla direzione della Federazione Lombardia

Cambio al vertice di Coldiretti Veneto: Marina Montedoro è il nuovo direttore di Coldiretti Veneto. Succede a Tino Arosio chiamato alla direzione della Federazione regionale della Lombardia. Il passaggio del testimone è avvenuto mercoledì 3 novembre durante i lavori del Consiglio di Coldiretti Veneto, alla presenza del capo area della confederazione, Giovanni Benedetti.

La carriera

Marina Montedoro, 45 anni, già alla guida della sede regionale lombarda dal 2019, ha origini padovane, una laurea con lode in Scienze agrarie oltre al dottaorato di ricerca in Economia e politica agroalimentare. Annovera esperienze di rilievo in ambito europeo: ha guidato l'Ufficio di Ricerca del Mipaaf ed attualmente dirige l'Istituto Spallanzani. Da circa un anno è presidende dell'associazione per il Patrimonio delle Colline Unesco del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene.

Il saluto del Governatore Zaia

«Benvenuta e buon lavoro a Marina Montedoro e grazie per l’impegno profuso e i risultati ottenuti a Tino Arosio. La direzione di Coldiretti Veneto era e resta in ottime mani, alle quali affianchiamo quelle della Regione per vincere le tante sfide che ancora ci aspettano». Queste le parole del presidente della Regione, Luca Zaia. Il passaggio di testimone è avvenuto mercoledì 3 novembre durante i lavori del Consiglio dell'organizzazione. «Marina Montedoro - aggiunge Zaia - arriva accompagnata da un curriculum prestigioso e da esperienze rilevanti sia in ambito nazionale che europeo, non ultima la presidenza dell’Associazione per il patrimonio delle Colline Unesco del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, importante volano sia per il settore vitivinicolo che per quello turistico. Un bagaglio di esperienza che sarà prezioso nel dirigere un’organizzazione insostituibile per l’intera economia agricola regionale e nazionale in un momento di trasformazione e di reazione alle gravi difficoltà causate al comparto dalla pandemia. Abbiamo tante sfide da combattere e vincere insieme, dalla recentissima e assurda pretesa della Croazia sul Prosek e all’italian sounding in generale che tanto male fa al Veneto che produce qualità irripetibile e inimitabile, al sostegno e allo sviluppo dell’agricoltura ecocompatibile, al sostegno ai giovani agricoltori, all’innovazione in agricoltura, alla difesa di tutto l’agroalimentare Made in Veneto. C’è tanto lavoro da fare - conclude Zaia - e la Regione c’è, come di tutto l’associazionismo agricolo».

Il commento dell'assesore Caner

«Una donna che ha già dato prova in diversi ambiti delle sue grandi capacità ricoprendo incarichi di spessore a livello nazionale sicuramente saprà lasciare il segno anche in Coldiretti Veneto, dove oggi è chiamata a raccogliere nuove e stimolanti sfide per sostenere coloro che hanno scelto di investire il proprio futuro in agricoltura». Così l'assessore al Turismo del Veneto, Federico Caner, saluta l’incarico di direttore di Coldiretti Veneto conferito a Marina Montedoro. «Confido di incontrare presto Marina per consolidare un gruppo di lavoro e una collaborazione stretta negli anni per gettare le basi di nuovi progetti che possano sostenere la filiera dell’agroalimentare, difendere le eccellenze made in Italy e promuovere il ricambio generazionale dando voce alle idee dei nostri giovani agricoltori» conclude Caner.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti Veneto, Marina Montedoro è la nuova direttrice regionale

TrevisoToday è in caricamento