Collegio Vescovile Balbi Valier, arriva il plauso di Vite Illustri Pieve di Soligo

Tutti soddisfatti per il nuovo progetto della scuola superiore: "Così si amplia l’offerta formativa al servizio del territorio”

La rete culturale Vite Illustri Pieve di Soligo (VIP) aggiunge la sua voce al coro di consensi per il possibile avvio dal prossimo anno 2021 della nuova scuola superiore al Collegio Vescovile Balbi Valier, annunciato nei giorni scorsi durante una conferenza stampa nella sala consiliare del municipio Vaccari di piazza Vittorio Emanuele II. Infatti, i due indirizzi di tecnico economico per il turismo e relazioni internazionali per il marketing andranno a costituire l’ossatura fondamentale del nuovo istituto paritario inserito nel plesso di via Sartori, che andrebbe così a riprendere idealmente la gloriosa storia della ragioneria del Balbi interrottasi con la chiusura diversi anni orsono.

Il favore per l’iniziativa proposta dalla nuova dirigenza dell’ente ecclesiastico Balbi Valier - illustrata in particolare dal direttore generale Stefano Uliana, dalla coordinatrice Cinzia Granzotto e dalla preside Fanny Mion - è stata sottolineata con favore da tre importanti componenti e dal coordinamento della rete VIP nel corso dello stesso incontro in municipio con i giornalisti, il Comune di Pieve e alcune rappresentanze economiche e sociali del territorio. Il plauso per la novità scolastica pievigina è stato espresso innanzitutto da Maurizio Sammartini, presidente della Fondazione Balbi Valier, in collegamento streaming da Venezia, e confermato dalla stessa presenza in sala del vice presidente della Fondazione, Claudio Dal Col. Per la Fondazione Francesco Fabbri, rappresentata ai vertici dal vice presidente Bruno Dal Col, è intervenuto il noto imprenditore e componente cda Alberto Baban, che ha avuto parole di stima e apprezzamento  per il progetto presentato, soprattutto “per il modello concreto legato alle istanze del territorio, che interpreta una visione non statica di scuola e punta alla formazione continua in speciale rapporto con le conoscenze del digitale”.

Da ricordare anche l’importante contributo di consulenza al Collegio Balbi Valier per questa specifica occasione del docente universitario e componente del comitato scientifico della Fondazione Fabbri, Roberto Masiero, che ha assicurato anche per il futuro attenzione e disponibilità alla collaborazione. L’offerta formativa  della nuova scuola legata a un’economia ispirata all’etica e ad umanesimo di valori e principi fondanti è stata illustrata dal presidente Stefano Zanin, anche nel suo ruolo guida dell’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”, proprio in un’ottica di sinergia e di approfondimenti di questi temi sul piano delle lezioni e dei seminari del nuovo istituto di turismo e marketing.

“L’investimento sulle risorse umane e le giovani generazioni  che la nuova scuola superiore si propone - ha affermato il direttore scientifico del “Beato Toniolo” e coordinatore VIP, Marco Zabotti - è pienamente in linea con l’impegno ad ampliare la gamma delle opportunità qualificate di formazione sul territorio e a valorizzare le eccellenze locali. Senza dimenticare che personalità illustri come Francesco Fabbri e Andrea Zanzotto, dei quali ricorderemo per entrambi il centenario della nascita proprio nel 2021, sono state molto legate in vita al Collegio Vescovile Balbi Valier”. Pertanto, a un anno esatto dalla presentazione ufficiale il 14 dicembre 2019 della realtà pievigina con il concerto nell’auditorium “Battistella Moccia”, la rete culturale VIP rafforza il suo ruolo di animazione e valorizzazione delle istanze innovative del territorio, guardando non solo alla doverosa memoria della storia passata e recente, ma anche al presente e al futuro dei progetti in rete delle nostre comunità.              

CS_Balbi_9Dic20-16-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento