menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montebelluna: il festival CombinAzioni riceve l'alto patrocinio del Parlamento europeo

Per il secondo anno consecutivo l'Europa ha voluto far sentire la sua vicinanza al festival montebellunese in corso nei prossimi giorni con un ricco programma di mostre e spettacoli

MONTEBELLUNA Dieci giorni fa il marchio dell'anno europeo del patrimonio culturale. Ieri l'alto patrocinio del Parlamento europeo. Il Festival CombinAzioni, organizzato dai giovani di Levi Alumni, è iniziato a Montebelluna venerdì 14 settembre e finirà domenica 23 settembre. Nelle scorse ore gli organizzatori hanno ricevuto una lettera firmata da Antonio Tajani, presidente dell'Europarlamento, con la quale accorda il patrocinio e i suoi auguri alla quarta edizione del Festival, che ha come tema "Se questa è pace".

Si tratta del secondo anno in cui l'Europa fa sentire la sua vicinanza al festival montebellunese e gli organizzatori hanno accolto la notizia con entusiasmo. "È un grande piacere per noi ricevere questo riconoscimento - spiegano i Levi Alumni: ci sentiamo onorati del fatto che quest'istituzione, rappresentativa della democrazia europea, abbia voluto sostenere moralmente l'impegno di noi giovani cittadini europei a stimolare una riflessione culturale su temi d'attualità con lo scopo di creare maggior spirito di comunità, certi che gli eventi e i festival culturali rappresentino sempre più dei riti sociali, ovvero delle occasioni d'incontro fra persone e dei momenti di stimolo intellettuale e sociale di alta qualità". Nella lunga lettera arrivata da Bruxelles, Tajani motiva così la sua decisione: "Il Parlamento europeo apprezza molto il Vostro evento dedicato alla cultura della pace e ad altri temi che si collegano ad alcuni dei valori europei fondamentali, come la difesa della democrazia, i diritti umani e la cultura. Sono figlio di un militare. All'inizio e a metà del secolo scorso, gli eserciti combattevano l'uno contro l'altro in Europa. Oggi i nostri militari partecipano a missioni umanitarie e di pace in tutto il mondo. Ci sono voluti più di tremila anni per forgiare la nostra identità comune europea. Questi sforzi li dobbiamo a coloro che ci hanno lasciato in dono pace e prosperità, ma anche alle generazioni future, che meritano di godere di una simile eredità"

Il sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, ha commentato con queste parole la notizia: "Siamo felici ed onorati di questo riconoscimento che va al Festival CombinAzioni, edizione 2018. In occasione delle commemorazioni del Centenario della conclusione della Grande Guerra è quanto mai opportuno riflettere non sull’opportunità ma sulla necessità di coltivare una cultura di pace nell’età in cui la potenza degli arsenali che possono essere dispiegati grazie allo sviluppo della tecnologia non assicura più la possibilità della vittoria ma solo quella dell’annientamento reciproco. È proprio il tema della pace necessaria che obbliga anche la politica a recuperare le ragioni profonde del progetto di Unione europea al di là dei limiti della sua attuale configurazione e dell’euroburocrazia. C’è qualcosa di più profondo in gioco ed è l’amicizia tra i popoli: non esiste uno scontro tra civiltà bensì quello tra le reciproche inciviltà".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento