Vittorio Veneto, nasce la Commissione per il turismo: «Ogni anno sempre più visitatori»

Il Consiglio comunale ha sancito la nascita di un nuovo comitato che si occuperà della gestione dei flussi turistici in città. Nel 2018 sono state superate le 62mila presenze

Nel corso del 2018, complice il Centenario della Grande Guerra, Vittorio Veneto ha registrato circa 62mila presenze nelle strutture ricettive locali, con una media di 3,2 giorni di pernottamento venduti a persona e con una spesa pro capite di circa 70 euro al giorno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I conti sono presto fatti: l’indotto generato è stato di oltre 4 milioni di euro. A fronte di questi dati e naturale che una città come la nostra, inserita dalla Regione Veneto nella Organizzazione di Gestione delle Destinazioni «Città d’Arte e Ville Venete del territorio trevigiano», debba sviluppare ulteriormente le proprie potenzialità turistiche. La Giunta comunale, nel corso della sua ultima riunione di martedì 12 novembre ha dunque approvato l’istituzione della Commissione per il Turismo che riunirà intorno ad un tavolo i rappresentanti degli operatori del settore perché, come spiega il sindaco Antonio Miatto: «L’amministrazione ritiene che il miglior modo per promuovere questa importante branca dell’economia locale sia quello di cooperare con i professionisti e cioè con gli operatori turistici cittadini, in modo da essere a diretto contatto con loro, con le esigenze di cui sono portatori e con le loro idee e proposte. La commissione è stata composta coinvolgendo rappresentanti delle diverse tipologie di offerta ricettiva presenti in città: Bed&Breakfast, alberghi, agriturismi e strutture extra alberghiere ovvero chi offre ospitalità ed è interessato all’arrivo dei turisti e alla loro permanenza sul territorio per il numero massimo di notti possibili. Della commissione faranno inoltre parte l’assessore al Turismo, referato di cui mi occupo personalmente, e quello alla Cultura altro fondamentale elemento di attrazione. Mi pare però importante sottolineare che oltre ai membri effettivi con diritto di voto, di volta in volta, potranno essere convocati tutti gli altri soggetti portatori di interessi collegati al turismo come guide, agenzie, commercianti e ristoratori … Il primo compito ogni membro della neonata commissione si è dato è quello di sviluppare la sua piramide di contatti con la categoria che rappresenta. Il 4 dicembre terremo quindi la prima riunione che avrà all’ordine del giorno lo sviluppo del cicloturismo con l’obiettivo di sensibilizzare gli operatori cittadini a dotarsi di ogni servizio possibile per il biking e il cycling così da sfruttare al meglio la nuova tendenza del ‘’Turismo in bicicletta’’ e ospitare il più alto numero possibile di appassionati della due ruote». La commissione oltre al sindaco Antonio Miatto e all’assessore Antonella Uliana comprende anche Alfredo Fardin, in rappresentanza degli albergatori, Loris De Miranda per gli agriturismi, Alessandra Tieni per i B&B, Sergio Balliana per l’ospitalità extra alberghiera e il presidente della Pro Loco Flavio Uliana. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grandine e temporali, la Marca nella morsa del maltempo

  • Folle lite a Cornuda, il proprietario di casa aveva ucciso la madre da giovane

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Travolta sulle strisce pedonali, anziana ricoverata in rianimazione

  • Legato e cosparso di benzina, folle lite in casa: indagano i carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento