rotate-mobile
Attualità Castelfranco Veneto

Concorso “I biscotti di Semitecolo”: ecco tutti i premiati del contest castellano

L'iniziativa è stata promossa dall’Amministrazione Comunale nell’ambito degli eventi programmati per celebrare i 1600 dalla fondazione di Venezia

Si è svolta nei giorni scorsi al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto la cerimonia di premiazione delle aziende risultate vincitrici del concorso “I biscotti di Semitecolo”, promosso dall’Amministrazione Comunale nell’ambito degli eventi programmati per celebrare i 1600 dalla fondazione di Venezia. Inserito all’interno del ricco cartellone di eventi  promosso dal Comune per ricordare questo fatidico anniversario, infatti, il concorso – partito a fine settembre – era aperto a tutte le attività agroalimentari attive a Castelfranco Veneto chiamate a realizzare un biscotto ispirato al podestà Giorgio Semitecolo, figura scelta dall’Assessorato alla Cultura per rappresentare uno spaccato di storia veneziana in territorio castellano di fine ‘500: a lui è stata anche dedicata la mostra a fumetti curata dal disegnatore Valentino Villanova allestita presso la Galleria del Teatro Accademico di Castelfranco l’estate scorsa.

L’iniziativa è stata inserita nel programma di eventi gestito dal Comitato veneziano per la celebrazione dei 1600 anni, a suggello dell’originalità della proposta e della qualità strutturale dell’iniziativa. Madrina d’eccezione della cerimonia è stata, accanto alla vicesindaco di Castelfranco Veneto, Marica Galante, e all’assessore alla cultura, Roberta Garbuio, in rappresentante del Comune di Venezia sotto l’egida del quale si è svolta la competizione, Ermelinda Damiano, Presidente del Consiglio Comunale della città di Venezia, che ha partecipato all’incontro suggellando a modo suo l’antico legame di unione tra LA DOMINANTE e la terraferma, il DOMINIO DE TERA, al quale anche la nostra città è orgogliosamente (e visibilmente!) appartenuta per circa quattro secoli e mezzo.

Realizzato in collaborazione con l’istituto Alberghiero “G. Maffioli” di Castelfranco Veneto, il concorso ha visto la direzione artistica da parte del prof. Marco Valletta, docente presso l’istituto, che così commenta l’iniziativa: “Lavoriamo insieme per dare un’identità dolce, “Il biscotto” che possa essere garanzia di riconoscibilità della città di Castelfranco Veneto. Una leccornia dolce da far degustare a quanti vengono a trovarci, destinato a tutti coloro che vogliono portarsi a casa un souvenir dolce da consumare lentamente nel tempo, a casa propria, per rimembrare terra Castellana”. Tre le categorie di concorso (ogni concorrente doveva studiare 3 ricette e produrre 3 specifici biscotti):

· tipo A = ingrediente caratterizzante “elemento alcolico”

· tipo B = Ingrediente caratterizzante “farine di diversi cereali di natura integrale”

· tipo C = Ingrediente caratterizzante ““erba aromatica, o frutto, o spezia di tradizione veneta”

La commissione giudicatrice, nominata dal Comune, era composta da due esperti del settore alimentare e da 8 “assaggiatori” scelti tra le diverse realtà operanti per la divulgazione dell’immagine di Castelfranco al cospetto dei visitatori; una commissione tendenzialmente giovane, e costituita quindi da testimonial della città, come si vorrebbe diventasse un giorno anche il biscotto uscito vincitore – nelle sue tre declinazioni – da questa competizione. Dopo una impegnativa sessione di lavoro, che comprendeva la degustazione dei biscotti (di cui nessun membro della giuria conosceva la “paternità”) e la determinazione dei punteggi da assegnare alle 4 aziende candidate, grazie alla solerte collaborazione di docenti e studenti dell’istituto Alberghiero si è potuto fare sintesi – ovviamente aritmetica – dei punteggi, e stilare la graduatoria. Il disvelamento dei nomi dei vincitori è stato effettuato “in diretta” proprio al momento della premiazione, in Teatro Accademico, quando sono state aperte le buste che hanno consentito di abbinare i numeri ai nomi delle aziende.

Questi i vincitori:

· Vincitore Categoria A (ingrediente caratterizzante “elemento alcolico): Panificio Zuanon

· Vincitore Categoria B (ingrediente caratterizzante “farine di diversi cereali di natura integrale”): Pasticceria Baking Bees

· Vincitore Categoria C (ingrediente caratterizzante ““erba aromatica, o frutto, o spezia di tradizione veneta”: Pasticceria Opera

Il quarto concorrente, al quale va solo l’attestato di partecipazione, è MO.MA. s.r.l. (Panifici Quaggiotto)

Ai vincitori è stato consegnata come premio una statuetta in bronzo, raffigurante “Il Semitecolo”, creata appositamente per l’occasione dal noto scultore Sergio Comacchio (già autore di pregevoli opere entrate da tempo nell’arredo urbano e nella famigliarità dei castellani come la “Cecilia” e il “monumento al Carabiniere”. Spiega la vicesindaco, Marica Galante: “Grazie alle aziende del territorio che hanno accolto la sfida, mettendoci in gioco e mettendosi nella condizione di essere giudicate. E’ un bel segnale perché l’intento del concorso era duplice: quello culturale ma anche quello di creare, attraverso un prodotto goloso come biscotto uno strumento identitario della nostra città creando così ulteriori input per accrescere la visibilità di Castelfranco Veneto”.

Commenta l’assessore alla cultura, Roberta Garbuio: “Un doveroso ringraziamento al Comune di Venezia, presente nella persona del Presidente del consiglio Ermelinda Damiano che, avendo inserito nel calendario ufficiale le attività di Castelfranco Veneto per i 1600 anni della fondazione di Venezia, ha permesso di creare un filo diretto tra la città definita “il salotto del mondo” e la nostra città. Un ringraziamento anche al professor Marco Valletta che ha diretto i lavori in maniera seria ed impeccabile, all’Istituto Maffioli ed al suo dirigente che con i suoi ragazzi, ha reso maestosa la fase di valutazione dei biscotti, di una eleganza e professionalità impareggiabile. Grazie alla giuria, sia tecnica che popolare, per la serietà e l’impegno ed infine a tutte le attività che hanno partecipato investendo tempo e passione per la Città di Castelfranco Veneto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso “I biscotti di Semitecolo”: ecco tutti i premiati del contest castellano

TrevisoToday è in caricamento