Attualità Via XXI Aprile

Conegliano-Belluno, inaugurata la nuova linea ferroviaria elettrificata

Venerdì 11 giugno il presidente Zaia, insieme all'assessore De Berti, ha inaugurato il nuovo collegamento da Venezia a Belluno. «Entro il 2022 in Veneto una flotta di 78 treni con età media di cinque anni»

Luca Zaia in stazione a Conegliano

Venerdì 11 giugno, il presidente Luca Zaia e la vicepresidente  Elisa De Berti, hanno inaugurato la nuova linea ferroviaria elettrificata da Conegliano a Belluno che consentirà di viaggiare da Venezia alle Dolomiti senza nessuna rottura di carico, ovvero senza dover più cambiare treno nella stazione di Conegliano. Zaia e De Berti sono partiti venerdì mattina dalla Marca a bordo del treno regionale elettrificato numero 16856. All'arrivo nella stazione di Belluno, alle ore 10.47, Zaia e la vicepresidente De Berti hanno incontrato la stampa. «Per me è una giornata emozionante - ha esordito il presidente - siamo davanti ad un treno che andrà a sostituire la vecchia littorina a gasolio: un'assoluta novità che guarda in prospettiva a tutte le iniziative che il Veneto ha in programma nei prossimi anni, Olimpiadi di Milano-Cortina in primis».

WhatsApp Image 2021-06-11 at 11.07.10-2

La linea elettrificata sarà attivata da domenica 13 giugno quando entrerà in vigore anche il nuovo orario estivo di Trenitalia. «Sembrava quasi impossibile pensare ad un treno elettrificato da Venezia fino a Belluno eppure oggi è diventato realtà - continua Zaia - Siamo pronti anche con il progetto del "Treno delle Dolomiti", con un convoglio dotato di 60 portabiciclette. Il percorso della linea andrà da Venezia a Calalzo dove ci sarà un bus per raggiungere le Dolomiti. Il collegamento, durante il periodo estivo, sarà attivo nelle giornate di sabato, domenica e festivi. I treni in Veneto superano la puntualità di quelli giapponesi - conclude Zaia - lo dicono le statistiche e, grazie all'accordo siglato con Trenitalia, entro il 2022 avremo in Veneto una flotta di 78 treni con età media di soli cinque anni. Mezzi nuovissimi per viaggiare in tutta comodità e sicurezza».

La nuova linea

I 47 chilometri di linea elettrificata consentiranno una riduzione significativa dei tempi di viaggio, anche grazie alla possibilità di percorrere tutta la tratta tra Venezia e Belluno su un unico treno, senza dover più effettuare il cambio a Conegliano con treno a trazione diesel. Inoltre, i treni a trazione elettrica hanno performance più elevate e potranno quindi sfruttare al 100% le potenzialità della linea, raggiungendo con maggiore facilità la velocità massima consentita e, in virtù del miglior spunto in accelerazione, ampliando i margini di recupero di eventuali ritardi. Nel dettaglio, sono 13 i collegamenti da Belluno a Venezia, di cui otto senza cambi con un risparmio di 12 minuti e cinque con cambio a Conegliano. Anche da Venezia a Belluno a disposizione dei viaggiatori ci saranno sette collegamenti diretti e sei con cambio a Conegliano. Previste leggere modifiche nelle giornate di sabato, domenica e festivi. I nuovi collegamenti diretti Venezia-Belluno (e viceversa) saranno effettuati quasi esclusivamente con i nuovi convogli elettrici "Pop" con oltre 300 posti a sedere e fino a 230 posti in piedi. Il "Pop" è riciclabile fino al 97% e consuma il 30% in meno di energia rispetto ai treni precedenti. Questi convogli sono dotati di prese elettriche, con sei posti bici ciascuno e prese per la ricarica di bici elettriche.

WhatsApp Image 2021-06-11 at 11.04.39-2

Inoltre, la linea elettrificata porterà benefici ambientali derivanti dall'eliminazione della trazione diesel, in linea con la strategia di Rfi e del Gruppo FS per uno sviluppo sostenibile del Paese e del suo sistema di mobilità. L’investimento per l’elettrificazione della linea è stato di 55 milioni di euro e rientra nel programma complessivo di elettrificazione di Rfi delle linee del bacino Veneto e dell’anello Bellunese per un valore di oltre 200 milioni. L’opera ha una valenza strategica anche in vista delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. A rendere poi la linea ancora più moderna e tecnologica si aggiunge l’installazione del Sistema di Controllo Marcia Treno (Scmt), il sistema di sicurezza che supporta i macchinisti nella guida e migliora l’affidabilità dell’infrastruttura ferroviaria. Sono stati inoltre eliminati tre passaggi a livello nella tratta Conegliano-Vittorio Veneto e adeguate agli standard europei le Gallerie Fadalto e Santa Croce. Infine, per facilitare gli incroci nelle stazioni, sono stati realizzati interventi ai binari nelle stazioni di Belluno e Vittorio Veneto.

Il video dell'inaugurazione

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conegliano-Belluno, inaugurata la nuova linea ferroviaria elettrificata

TrevisoToday è in caricamento