Annullata la manifestazione di Conegliano contro il Dpcm

Avrebbe dovuto svolgersi nella giornata di domani, sabato 31 ottobre, ma il Comune ha revocato la concessione di piazza Cima. L'amarezza dell'organizzatore, Devis Bonaldo, su Facebook: «Sono deluso, amareggiato e incazzato»

Il municipio di Conegliano

La manifestazione di protesta contro l'ultimo Dpcm del Governo che avrebbe dovuto svolgersi a Conegliano domani, sabato 31 ottobre, non si farà. A comunicarlo è stato, con un lungo post sulla sua pagina Facebook, Devis Bonaldo, l'organizzatore della mobilitazione che tanto si era speso in questi giorni per pianificarla. Il Comune di Conegliano, probabilmente alla luce di quanto avvenuto lunedì sera a Treviso (un assembramento di 3mila persone in piazza dei Signori, in barba a qualsiasi regola e al buon senso), ha deciso di revocare la concessione di piazza Cima, temendo un pericoloso bis. Dopo una lunga settimana di trattative, carte bollate, ore spese per organizzare l'evento, Bonaldo è stato convocato in Questura a Treviso per la comunicazione inattesa: niente sit-in o in alternativa la concessione della Zoppas Arena. Una soluzione che è stata però rifiutata dall'organizzatore, per la vicinanza del drive-in per i tamponi, che si è pesantemente scagliato contro il sindaco di Conegliano, Fabio Chies.

«Ci impediscono di lavorare, senza alcun risarcimento per il danno economico che subiamo a causa loro -scrive Bonaldo- condannandoci alla fame, e pretendono pure che stiamo muti a casa, senza dire una parola, di fatto privandoci pure del diritto di manifestazione, diritto fondamentale sancito dalla Costituzione (articolo 21 della Costituzione). Il Sindaco mi ha fatto togliere la concessione della Piazza dalla Questura per ragioni sanitarie, per impedire gli assembramenti, però poi permette il regolare svolgimento del mercato cittadino. Dov'é la coerenza in tutto questo??».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento