rotate-mobile
Attualità Conegliano

Torna a Conegliano il convegno interculturale senegalese

Si tratta della sesta edizione e si svolge dopo 3 anni di sospensione a causa del Covid, il 29 e 30 aprile

La Zoppas Arena si ritingerà a festa con i colori tipici delle stoffe senegalesi per ospitare il convegno interculturale senegalese, che ritornerà a Conegliano per la sesta volta, dopo 3 anni di sospensione a causa del Covid, il 29 e 30 aprile. L’evento organizzato dall’Associazione Sportiva e Culturale dei Senegalesi di Treviso e Venezia in particolare dalla confraternita islamica Tijanyya, ospiterà i maggiori rappresentanti senegalesi a partire da una delegazione del Governo e del Parlamento senegalese, all’Ambasciatore senegalese a Roma, al Console Generale di Milano, il Console Senegalese di Napoli nonché i responsabili religiosi della confraternita. Nell’ultima edizione del 2019 erano più di 3 mila i presenti provenienti non solo dall’Europa ma anche
dall’America e dall’Africa (in particolare da Francia, Germania, Spagna, Stati Uniti, Senegal, Svizzera, Svezia, Belgio, Inghilterra).

I lavori saranno aperti sabato con una cerimonia ufficiale in presenza delle autorità locali politiche e religiose oltre che i rappresentanti politici senegalesi. Sarà un confronto su temi importanti, un dialogo tra religioni con lo scopo di realizzare fruttuose relazioni di pace, di dialogo e di concordia. Un richiamo generale al rispetto del Paese che li ospita, alle regole del territorio per una buona convivenza e integrazione, analizzando i principi di ordine e insegnamento che detta la religione per una serena condivisione. Proprio per questo sarà presente anche Don Bruno Baratto, delegato della Diocesi di Treviso per il dialogo tra cristiani e musulmani e direttore di Migrantes Treviso sempre sensibile all’integrazione e alla coabitazione tra religioni.

L'incontro con il sindaco Fabio Chies

Ammontano a circa 3000 i cittadini senegalesi nella provincia di Treviso di cui circa 300 sono presenti nella città di Conegliano confermandosi la prima città della provincia di Treviso con questa etnia straniera (giunti in Città a partire dal 1990), a seguire Treviso con circa 185 presenze. «Una giornata di scambio interculturale tra popoli, in un’atmosfera di convivialità e integrazione – dichiara il Sindaco Fabio Chies – i senegalesi sono una comunità unita che dà molto al nostro territorio e a tutta la provincia, rispettosi e ben inseriti sapranno anche in questa giornata promuovere un importante pensiero di pace e preghiera. Gli anni precedenti, quest’anno ma anche i prossimi anni Conegliano sarà pronta ad ospitare questa comunità in una giornata così importante per loro. Credo di poter dire che ad oggi non dovrebbero più esistere distinzioni e frontiere da superare ma solamente il diritto di essere differenti e il dovere di convivere insieme. Da parte dell’Amministrazione e di tutta la cittadinanza mi sento di rivolgere un grazie particolare al signor Massamba Thiam mediatore culturale senegalese per il lavoro svolto nella comunità senegalese di Conegliano nonché per l’importante aiuto nell’organizzazione di questo evento».

I nomi dei presenti alla conferenza nonché organizzatori del Convegno: Alioune Badara Beye - Presidente Dia Mamadou - Vice Presidente Mouhamadou Dieng – Segretario Mouhamadou Sy – Vice Segretario Moustapha Djamil Dieng – Coordinatore Papa Aly Youm – Vice Coordinatore e Addetto Comunicazione Bassirou Ngom – Presidente Giovani Alioune Mendy – Vice Presidente Giovani Ousmane Tamba - Organizzatore Sicurezza Massamba Thiam – Moderatore.

La presentazione dell'evento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna a Conegliano il convegno interculturale senegalese

TrevisoToday è in caricamento