menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovedì 21 giugno la Blumilonga porta il tango al Biscione

Il ballo argentino proposto dal Centrodanza anima la piazza coperta di Conegliano. In piazzale Fratelli Zoppas si “danza” ogni giovedì fino a settembre

CONEGLIANO Il tango argentino torna ad animare il Biscione, la piazza coperta-aperta di piazzale Fratelli Zoppas a Conegliano (TV).  Giovedì 21 giugno riparte l’appuntamento estivo che porterà ogni settimana in centro città l’emozionante, affascinante e passionale ballo che arriva direttamente dalla capitale dell’Argentina, Buenos Aires. Dalle ore 21 a mezzanotte piazzale Zoppas si trasformerà in una vera e propria milonga porteña, risuonando al ritmo di tango, vals e milonga (i tre "tipi" di brani ballabili) e richiamando tantissimi appassionati che arriveranno non solo da tutta la provincia di Treviso, ma anche dalle regioni limitrofe e dall’estero.  Nel corso degli anni, vi è stata un’affluenza di circa 200 ballerini a serata.

Giovedì 21 giugno è dunque tutto pronto per l’inaugurazione della stagione estiva della Blumilonga che proseguirà fino a giovedì 13 settembre (tranne la sospensione del 9 e del 16 agosto). Alla regia della manifestazione, l'associazione Centrodanza (che da decenni opera nel mondo della danza, dedicandosi sia a bambini e ragazzi sia agli adulti), con il patrocinio del Comune di Conegliano. A coordinare l'evento i maestri Monica Visintin (presidente dell'Asd Centrodanza) e Giovanni Marcon, che nel corso degli ultimi appuntamenti di settembre terranno anche delle lezioni premilonga sia per chi sa già ballare il tango sia per chi non si è mai avvicinato a questo ballo.

“Non vediamo l’ora di accogliere, per il quinto anno consecutivo, tangueri provenienti dal Veneto, dalle regioni limitrofe e anche dall’estero - commenta il presidente Monica Visintin – proporre un evento simile non è semplice, ma con impegno e tanto lavoro siamo pronti ad affrontare un’altra estate dove il tango sarà protagonista. Abbiamo investito molto – e continueremo a farlo – nella promozione non solo di un ballo che è stato dichiarato patrimonio dell’umanità, ma di una cultura, quella porteña, che ci è molto più vicina di quello che si pensi. Aspetto tutti, appassionati, ballerini e curiosi, al Biscione, una piazza che è diventata un contenitore ideale e che in molti ci invidiano”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento