menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Congresso della Società Italiana di Cardiologia: elogiata l'emodinamica trevigiana

L'encomio è arrivato per lo pseudoaneurisma al ventricolo sinistro trattato per via percutanea. Il primario Cernetti: "Un risultato frutto della sinergia di tutto il Dipartimento"

La grande capacità dei professionisti dell’Emodinamica e di tutta la Cardiologia, del Ca’ Foncello, diretta dal dr. Carlo Cernetti, ha permesso un’affermazione tutta trevigiana al congresso nazionale della Gise – Società Italiana di Cardiologia, tenutosi a Milano nei giorni scorsi. L’emodinamica di Treviso, infatti, ha primeggiato a livello nazionale, vincendo la competizione scientifica tra tutte quelle italiane rappresentate e vedendosi riconosciuto il miglior caso clinico presentato.

Il congresso nazionale Gise si svolge ogni anno. E’ l’occasione in cui tutti i laboratori di emodinamica nazionali si confrontano sulle procedure d’interventistica cardiologica e i conseguenti traguardi nel trattamento delle patologie cardiovascolari. Ogni anno ospita anche una competizione scientifica tra i laboratori di Emodinamica di tutta Italia in cui è riconosciuto il miglior caso clinico (per gestione e trattamento) tra quelli presentati. Con la chiusura, eseguita tutta per via percutanea (senza chirurgia tradizionale), di uno pseudo aneurisma (una raccolta di sangue che si forma tra due strati di tessuto) post chirurgico del ventricolo sinistro l’Emodinamica trevigiana diretta dal Dr. Cernetti si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento. Il caso è stato presentato dalla dottoressa Elena Guerra. “ Una strategia – spiega il Dr. Cernetti - nata grazie alla stretta collaborazione all’interno del Dipartimento Neuro-Cardio-Vascolare che comprende la Cardiologia di Treviso, la Cardiologia di Motta di Livenza, la Neurologia, la Neurochirurgia, la Cardiochirurgia la Chirurgia Vascolare e, in particolare, grazie alla quotidiana ed affiatata collaborazione tra la Cardiologia e la Cardiochirurgia, diretta dal Dr. Minniti”.

“Esprimo le congratulazioni al dr. Cernetti e ai suoi collaboratori per un successo a livello nazionale meritatissimo – sottolinea il Direttore generale Francesco Benazzi -. E’ un’affermazione importante; non per mera soddisfazione, ma perché riconosce l’alto livello dei nostri professionisti e di quello che viene fatto ogni giorno in questi reparti a beneficio dei cittadini affidati alle nostre cure”. Ma nel corso delle giornate congressuali, quello che ha primeggiato non è stato l’unico caso trevigiano presentato. Le Emodinamiche di Treviso e Castelfranco Veneto hanno portato numerosi lavori scientifici accettati e presentati durante il congresso oltre che dal primario Cernetti dai professionisti dei suoi reparti: Dr. Calzolari, Dr. Cortesi,  Dr. De Leo, Dr. Daniotti,  Dr. Favero, Dr.ssa Guerra, Dr. Lanzellotti, Dr. Marzot, Dr. Pellizzari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Raid nella notte, negozio islamico dato alla fiamme

  • Incidenti stradali

    Ciclista 45enne travolto e ucciso nella notte

  • Attualità

    Variante inglese, primo decesso in provincia di Treviso

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento