Contarina, sabato 2 maggio tutti gli ecocentri resteranno aperti

In sedici strutture sarà garantito anche l'orario continuato. Importante novità per i pagamenti delle bollette dei rifiuti: si potranno pagare senza more fino al 30 maggio

Code al Cerd di Treviso (Foto d'archivio)

Niente ponte del 1 Maggio per gli ecocentri del Bacino Priula gestiti da Contarina. Il numero di accessi sarà sempre limitato per ciascun turno di apertura. Al raggiungimento del limite massimo, per evitare inutili code, verrà consigliato agli utenti in coda di usufruire del servizio al successivo turno di apertura.

Per gestire il maggior afflusso di utenti che ancora permane in questo periodo a seguito della chiusura prolungata dei centri di raccolta differenziata, anche sabato 2 maggio, in via del tutto straordinaria, alcuni ecocentri del Bacino Priula effettueranno il servizio con orario continuato. Gli ecocentri interessati saranno quelli dei seguenti Comuni: Asolo, Caerano di San Marco, Carbonera, Casier, Castelfranco (Via Dell'Impresa), Cornuda, Istrana, Loria, Montebelluna (San Gaetano), Paese, Ponzano Veneto, Povegliano, Roncade, Silea, Treviso e Villorba. Tutti gli altri ecocentri saranno aperti con un ampliamento rispetto ai consueti orari sia in fase di apertura che in chiusura: le strutture saranno infatti accessibili al mattino dalle ore 8.45 alle ore 12.30 e al pomeriggio dalle ore 15.15 alle ore 19. Inoltre, per garantire l’obbligo di distanziamento degli utenti e degli addetti alla sicurezza, sono in vigore delle limitazioni nel numero di accessi per ciascun turno di apertura che dipendono dalle caratteristiche dimensionali e logistiche di ciascun ecocentro. Contarina raccomanda a tutti il rispetto delle norme per il contenimento del Covid-19 che prevedono di evitare gli assembramenti, il mantenimento delle distanze di sicurezza e autorizzano solo gli spostamenti legati a bisogni essenziali ed urgenti. Pertanto, si invitano i cittadini a recarsi all'ecocentro solo in caso di effettiva necessità, anche per evitare code e lunghe attese.

Posticipati i pagamenti delle bollette

Sono inoltre in consegna in questi giorni le bollette per il servizio di gestione rifiuti in 14 Comuni della provincia di Treviso, a cominciare da Silea fino a Villorba, San Biagio di Callalta e Trevignano. La prima tranche di consegne comprende anche le famiglie di: Altivole, Breda di Piave, Castelcucco, Cornuda, Loria, Maser, Monastier, Morgano, Povegliano e Resana.

Alle aziende di tutto il territorio servito, invece, le fatture sono già state inviate in formato elettronico e sono scaricabili dallo SDI. A fronte delle difficoltà dovute all'attuale situazione di emergenza, la scadenza per il pagamento delle fatture emesse nella prima tranche è stata fissata al 30 aprile. Inoltre, come ulteriore misura, il Consiglio di Bacino Priula ha stabilito che a tutti i pagamenti fatti entro il 30 maggio non verranno imputati né interessi né more, anche se effettuati oltre la scadenza fissata. Si segnala fin d’ora che potrebbero verificarsi dei ritardi nella consegna, causati da un rallentamento delle attività del servizio postale dovute all’emergenza sanitaria del momento. In ogni caso, tutte le fatture sono disponibili tramite lo Sportello online: gli utenti possono già consultarle e scaricarle in formato pdf senza dover attendere la versione cartacea. Diverse sono le modalità di pagamento a disposizione degli utenti, per poter pagare le fatture attraverso sistemi online sicuri e direttamente da casa, considerato che gli spostamenti vanno ridotti al minimo a tutela della salute pubblica. Bonifico online, Circuito CBILL, Youpay online, app di Poste Italiane sono solo alcune delle modalità di pagamento disponibili: l’elenco completo è consultabile cliccando qui.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Contarina resta a disposizione delle utenze che stanno attraversando situazioni di difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19, per concordare le soluzioni più opportune per la gestione delle fatture in scadenza al 30 aprile. Si invitano tutti - cittadini e imprese - alla massima collaborazione e correttezza, per evitare strumentalizzazioni e permettere a Contarina di assistere in modo efficiente coloro che ne abbiano effettiva necessità. Alle famiglie dei restanti 35 Comuni serviti da Contarina (tra cui i tre centri principali Treviso, Montebelluna e Castelfranco) le fatture, emesse come di consueto con una seconda tranche, arriveranno a partire da metà maggio. Per eventuali informazioni sulle fatture, i cittadini dei 14 Comuni coinvolti possono contattare il numero verde 800.07.66.11 da telefono fisso oppure il numero 0422.916500 da cellulare, consultare questo sito o scrivere una mail a contarina@contarina.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento