rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Attualità San Liberale / Piazza delle Istituzioni

Corona e Ghedina: convegno sulla montagna a pagamento

Lo scrittore trentino e il fotografo ampezzano protagonisti di un incontro all'Auditorium Fondazione Cassamarca di Treviso. A far discutere però è il prezzo dei biglietti

Cosa significa amare la montagna? Guardarla con occhi diversi per cercarne la sua vera bellezza. E’ questo il tema dell’incontro dal titolo "Forza e segreti della montagna" che si svolgerà giovedì 18 ottobre alle ore 20.30 all’auditorium della Fondazione Cassamarca a Treviso. Protagonisti della serata, condotta dal giornalista Fabio Fioravanzi, saranno lo scrittore, alpinista e scultore Mauro Corona e il fotografo Roberto Ghedina. 

Promossa da Michael Edizioni, casa editrice di Treviso specializzata in pubblicazioni tematiche, l’iniziativa nasce con l’obiettivo di sensibilizzare al rispetto per la montagna, di educare alla comprensione della sua bellezza e dei suoi segreti con l’aiuto di due personaggi autorevoli noti al grande pubblico per il loro stretto rapporto con la montagna. Sarà quindi partendo dalle loro opere – che alla montagna si ispirano e di montagna raccontano – attraverso lo stretto legame che, pur in modo diverso, lega i due autori a questo ambiente naturale, che il pubblico sarà condotto in un viaggio alla scoperta di un mondo da guardare con sguardo diverso, più attento e rispettoso. A far discutere in questi giorni è però il fatto che l'incontro con i due grandi esperti di montagna sarà a pagamento. Una novità piuttosto insolita per i due ospiti, conosciuti per aver quasi sempre partecipato, negli ultimi anni, a iniziative aperte gratuitamente al pubblico proprio per coinvolgere più persone possibili nelle loro iniziative. La scelta di mettere un biglietto d'ingresso a dieci euro per assistere alla conferenza ha sollevato qualche polemica tra gli estimatori dei due celebri ospiti. 

Amante dei monti e di una natura incorrotta, a partire dai suoi libri Mauro Corona racconterà il percorso di una grande passione che lo ha avvicinato in modo così "intimo" alla montagna, condividendo con il pubblico le sue riflessioni sullo stretto e misterioso rapporto tra uomo e natura. I suoi racconti evidenziano quanto sia importante il rispetto dell’ecosistema, troppo spesso dimenticato e "violentato" dall’uomo moderno. «La montagna é piena di segreti. Stanno nascosti per bene. Anche quando non c’é neve, restano al riparo. I boschi sono un mistero di parole: cantano ninne nanne, disegnano il vento, occultano le cose. Il vento fa cadere le foglie ma non svela i misteri. E’ tutto un mistero la montagna». Queste frasi di Mauro Corona contengono in estrema sintesi il suo grande amore per i luoghi in cui ancora oggi vive e scrive. A Roberto Ghedina, fotografo che nel suo lungo percorso professionale ha raccolto le più suggestive immagini delle Dolomiti e dei monti conosciuti nei suoi viaggi, il compito di raccontare le emozioni di chi ama la montagna e la osserva, giorno dopo giorno, con occhi sempre incantati. Ed ancora, il vivo racconto di quelle atmosfere e momenti in sintonia, dopo la paziente attesa, in cui esplode un caleidoscopio guizzante, il famoso attimo fuggente da cogliere al volo per lo straordinario "click" dove il fotografo eternizza una suggestione irripetibile da donare a tutti. Evidenzia Roberto Ghedina: «Si sa che il compito del fotografo é il saper vedere, il saper cogliere per trasmettere. Io ho ricercato semplicemente il miracolo quotidiano della natura, per offrirvi la sua comprensione. Seguo il mio occhio interiore, per catturare nell'obiettivo, senza stravolgerlo, il punto di contatto tra l’uomo e la sua terra: i suoi boschi, le sue cascate, i dirupi, le pietre, i cieli, le nuvole, il paesaggio e i suoi archetipi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corona e Ghedina: convegno sulla montagna a pagamento

TrevisoToday è in caricamento