Coronavirus: «I proprietari di immobili aiutino gli affittuari»

L'appello è stato lanciato dal Comune di Treviso al termine della videoconferenza con i referenti di ANCE, U.P.P.I., APE Confedilizia Treviso e ASSPI per far fronte all'emergenza

Il sindaco Mario Conte (Foto d'archivio)

Sensibilizzare i proprietari di immobili al supporto degli affittuari per fronteggiare l’emergenza Coronavirus e i conseguenti effetti economici. È la strada intrapresa dall’amministrazione comunale di Treviso che ha inteso considerare le esigenze di tutti quegli inquilini, commercianti e conduttori di immobili che si sono trovati in grave difficoltà con la corresponsione dei canoni di affitto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco Mario Conte e il vicesindaco Andrea De Checchi venerdì pomeriggio (27 marzo), si sono riuniti in videoconferenza con Zelio Pirani (direttore Ance Treviso), Marzio Bolondi (presidente UPPI Treviso), Marcello Furlan (presidente Associazione della Proprietà Edilizia – Confedilizia Treviso) e Andrea Gatto (presidente Associazione Sindacale Piccoli Proprietari Immobiliari Treviso): le parti hanno condiviso l’esigenza di sensibilizzare le proprietà a venire incontro alle difficoltà degli affittuari, pur nella consapevolezza della dimensione privatistica del rapporto tra proprietari e conduttori. «Da parte delle associazioni interpellate c’è stata grande disponibilità nell’intraprendere un percorso di sensibilizzazione con i proprietari degli immobili - le parole del sindaco Mario Conte - Ci siamo dati appuntamento fra una decina di giorni per capire, anche a livello temporale, come si evolverà questa emergenza che è prima di tutto sanitaria ma sta avendo e purtroppo avrà conseguenze a livello economico. Mentre le associazioni dei proprietari nelle prossime settimane lavoreranno su un piano concreto e condiviso per affrontare l’immediato futuro (aprile, maggio e giugno) noi intendiamo coinvolgerli in una task force che vada a comprendere proprietà, inquilini, istituti di credito e consorzi di garanzia per adottare una linea che tenga conto di tutti gli aspetti, anche sociali, di questa crisi. Vogliamo infatti che aiuti concreti e incentivi permettano di ripartire a chi è veramente in difficoltà. Possiamo uscire da questa situazione solo se c’è l’aiuto di tutti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio all'azienda agricola Vaka Mora: a fuoco 500 balle di fieno

Torna su
TrevisoToday è in caricamento