menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Banca Finint dona letti per la terapia intensiva dell’ospedale di Conegliano

4 sistemi computerizzati per la somministrazione di farmaci

La Regione Veneto, la Protezione Civile, assieme a tutti gli operatori sanitari e ai volontari stanno facendo un lavoro enorme, leggiamo tutti i giorni sui giornali della mancanza e irreperibilità di strumenti e presidi sanitari, tanto che le Nazioni di tutto il mondo si stanno attivando in una gara di solidarietà senza pari. Anche Banca Finint ha voluto dare il suo contributo cercando il dialogo con la propria sanità per capire cosa fosse possibile fare subito, per fronteggiare i momenti più difficili.

Per l’Ospedale di Conegliano siamo dunque riusciti ad acquistare due letti per la terapia intensiva completi di portabombola, asta flebo e asta sollevamento laterale e bilancia, e 4 sistemi computerizzati per l’infusione di farmaci e soluzioni per un totale di oltre 100.000€: si tratta di sistemi di ultima generazione che consentono l’infusione computerizzata di farmaci e soluzioni e aiutano i sanitari ad avere un controllo moderno e sicuro nella somministrazione dei farmaci ottenendo una migliore gestione del paziente. Per Banca Finint si tratta anche di un investimento nel miglioramento della sanità locale, che consentirà poi, una volta terminata l’emergenza, di riammodernare le dotazioni dei diversi reparti ospedalieri sostituendo quelle più obsolete. 

“La pandemia del Coronavirus sta mettendo a dura prova famiglie e imprese e la sanità veneta è da settimane in prima linea per combattere questo nemico invisibile. Per questo abbiamo quindi deciso di mettere assieme le forze per dare un primo segno tangibile di vicinanza agli ospedali dei territori che ci ospitano, che ci hanno visti crescere e assieme ai quali torneremo ad essere grandi protagonisti della vita e dell’economia di domani. In questi giorni abbiamo appreso come, per il buon funzionamento delle Unità Operative di terapia intensiva, siano davvero tante le necessità. Abbiamo pensato che fosse giusto poter essere concreti da subito provvedendo all’acquisto e alla donazione di 4 sistemi computerizzati per la somministrazione di farmaci e soluzioni, insieme a due letti per la terapia intensiva che saranno consegnati nei prossimi giorni. Da parte di tutti noi, un grazie di cuore a tutto il personale della nostra sanità e il nostro incoraggiamento a guardare sempre avanti con fiducia e speranza per affrontare con maggiore determinazione le sfide che ci attendono”, ha dichiarato Enrico Marchi, Presidente di Banca Finint.

C’è ancora molto da fare: proprio per questo, grazie alla collaborazione dell’associazione “Per mio Figlio” abbiamo anche aperto una pubblica sottoscrizione per invitare tutti a sostenere l’Ospedale di Conegliano con una donazione libera. IBAN IT47V0306909606100000160572?, c\c intestato ad Associazione “Per Mio Figlio” Onlus indicando nella causale: “BANCA FININT - emergenza coronavirus”?. (Codice swift BCITITMM per bonifici dall’estero).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento