Stress da Coronavirus: la biblioteca risponde con fiabe e intrattenimento per i bimbi

A Vittorio Veneto nasce l’idea delle VideoLetture su YouTube e dell'informazione costante su Facebook. Le persone raggiunte dai post in questi giorni hanno superato anche quota 2 mila

Alla Biblioteca Civica di Vittorio Veneto, chiusa come le scuole dal 24 febbraio, sospesi i prestiti e il front-office, in questi giorni si registrano comunque dei bei numeri! Cifre incoraggianti che fanno emergere la passione e la voglia di leggere dei vittoriesi e non solo. Lo staff, dopo i primi giorni in cui ha approfittato per riordinare gli scaffali ed esaurire le pratiche amministrative pregresse, si è prodigato per mantenere i contatti con i suoi iscritti, con i lettori, gli studenti, le famiglie e con tutti i tipi di utenti. Lo ha fatto sfruttando le sue risorse umane e digitali. Implementando - se non addirittura inventando - i servizi on-line.

Partiamo dalle innovazioni, il lato più creativo ed estroso messo in campo grazie alla collaborazione tra bibliotecari, personale del comune, lettori professionisti e il gruppo LeggiamoliForte, le voci volontarie della biblioteca vittoriese. Saltate le letture animate dell’ultimo sabato del mese in sala ragazzi, è emersa la volontà di veicolarle in una maniera diversa. È partita così l’idea delle VideoLetture. Sul canale YouTube del comune di Vittorio Veneto è stata inserita una playlist che si arricchisce di ora in ora e che, ad oggi, contiene 42 video con più di 1.000 visualizzazioni. La curva del «contagio virale» delle VideoLetture è impressionante: +199% tra domenica e lunedì (da 454 a 907 in meno di 24 ore!…e si va già verso il secondo migliaio).

Sono principalmente letture di albi illustrati con storie per bambini, ma non solo: c’è spazio anche per la poesia, per piccoli gialli (con la soluzione posticipata), per narrazioni di formazione, per filastrocche (o “filastrucchi” di casa Vianello). Ecco qualche esempio di titoli o autori: si va dall’immancabile Rodari a Zavrel, da Lionni a Leopardi (!), da “Il Nemico” di Davide Calì a “La grande Fabbrica delle Parole” di Agnès de Lestrade. Non è una vera novità, invece, l’utilizzo della pagina Facebook (attiva da un paio d’anni): un canale attraverso il quale gli iscritti della Biblioteca vengono aggiornati (a costo zero) su eventi e iniziative in corso. I followers, con un’impennata sensibile tra fine febbraio e inizio marzo, sono arrivati alla soglia dei 600 (593) e, grazie alle condivisioni, le persone raggiunte dai post in questi giorni hanno superato in alcuni casi quota 2 mila (2.347 per l’annuncio relativo all’apertura del canale YouTUbe), con centinaia di interazioni (tra click, “mi-piace”, apertura dei link o delle foto, etc.).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul versante dell’implementazione vanno annoverate tutte le possibilità offerte dalle risorse elettroniche/digitali presenti sul portale OPAC di Tvb oltre a quelle della piattaforma MLOL (Media Library On line) del Sistema Bibliotecario del Vittoriese; si va dagli e-book (34.158) agli audio e audiolibri (120.952 + 80), dalle banche dati enciclopediche all’edicola digitale (decine di quotidiani anche della stampa internazionale e migliaia di periodici), dagli audio musicali fino ai video in streaming. Un servizio gratuito, 24h, 7/7, attivo tutto l’anno e che in questi giorni sta registrando un boom di richieste di iscrizione (una decina in poche ore nella sola mattinata di martedì), mentre non sono ancora noti i dati relativi ai prestiti e alle fruizioni delle diverse risorse. In attesa di tornare all’amata carta e poter riscoprire il valore della biblioteca come luogo di socialità, questa è l’offerta (digitale, ma ugualmente suggestiva) della Biblioteca (le condivisioni e i contatti nei canali social - YouTube e FB - arrivano infatti da tutto il territorio del Sistema Bibliotecario del Vittoriese ma anche da altre biblioteche della provincia, ultima quella di Meduna di Livenza).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento