menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, tre persone contagiate a Montebelluna

La notizia è stata data in via ufficiale da una nota del sindaco Marzio Favero, informato dal direttore dell'Ulss 2. Due di questi erano già noti, uno è un nuovo caso

Il direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Benazzi, ha informato in queste ore il sindaco Marzio Favero che, nel Comune di Montebelluna ad oggi, vi sono tre casi di persone contagiate.

Due casi erano già stati resi noti, riguardano gli operatori della Geriatria di Treviso e vanno ricondotti a tale cluster. Un terzo caso invece, non riconducibile al cluster di Treviso, è stato messo sotto controllo e sono stati condotti tutti gli accertamenti del caso. Il sindaco Marzio Favero, su una prima informazione, già giovedì sera ha provveduto ad attivare il Coc, Centro operativo comunale della Protezione civile, secondo quanto previsto dalle misure operative di Protezione civile trasmesse dalla regione del Veneto che coordinano i diversi livelli di intervento. Il sindaco spiega: «Tutte e tre le persone di Montebelluna che si sono rivelate positive al Covid19, sono state immediatamente attenzionate dall’Ufficio igiene dell’Ulss 2 e sottoposte alla profilassi del caso. L’attivazione del Coc risponde alle misure operative previste per la Protezione civile e che sono da attuare ai diversi livelli territoriali per la gestione dell’emergenza Covid19. E’ il caso di evitare, come raccomanda il buon senso, i due estremi della sottovalutazione da un lato e della drammatizzazione esasperata dall’altro o della disinformazione che spesso avviene attraverso i social. Le nostre autorità sanitarie stanno lavorando con serietà e tempestività come dimostra il fatto che i primi casi registrati a Montebelluna sono già stati messi sotto controllo secondo le procedure previste dal Protocollo medico. A tutti i cittadini si raccomanda di seguire tutte quelle attenzioni precauzionali che sono state divulgate dal Ministero della Salute, dalla Regione, dai media e che si ritrovano riportate anche nel sito ufficiale del Comune di Montebelluna. Si tratta di misure semplici come tenere un metro di distanza dagli altri, la regola del “droplet”, lavarsi le mani di frequente e non frequentare luoghi con eccessiva concentrazione di persone, ect. In questo senso, tutti noi siamo chiamati a collaborare responsabilmente al contenimento della diffusione del Coronavirus Covid19».

Un caso anche a Riese Pio X

L'Ulss 2 Marca Trevigiana ha confermato la positività al virus Covid-19 “Coronavirus” di un cittadino residente nel Comune di Riese Pio X. «La persona è attualmente in isolamento fiduciario -si legge sul profilo Facebook del Comune- presso la propria abitazione non presentando complicazioni e/o necessità di cure ospedaliere e, come previsto da protocollo, sarà quotidianamente monitorata dalle autorità sanitarie presso il proprio domicilio. La situazione è quindi sotto controllo da parte delle autorità sanitarie e non desta preoccupazioni. Invitiamo la cittadinanza a mantenere un atteggiamento serio e responsabile senza alimentare inutili allarmismi, come peraltro dimostrato in questi giorni e a rispettare la privacy delle persone coinvolte. Auguriamo una pronta guarigione al nostro concittadino e cogliamo l’occasione per raccomandare a tutti i cittadini la scrupolosa osservanza alle pratiche di igiene già ampiamente comunicate e alle disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri emanato il 4 marzo 2020».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento