menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto il momento della donazione

In foto il momento della donazione

Coronavirus, la comunità islamica dona 5mila euro a Vittorio Veneto

L’associazione "Misericordia", in rappresentanza dei cittadini di fede islamica del Vittoriese, ha stanziato un'importante somma di denaro per fronteggiare l'emergenza sanitaria

Questa mattina, una delegazione dell’associazione «Misericordia», guidata dal presidente Mohamed Aboulhaoun, è stata ricevuta dal Sindaco Antonio Miatto.

L’incontro si è tenuto nella sala di rappresentanza del municipio. L’associazione, che riunisce cittadini di fede islamica residenti nel vittoriese e che è molto attiva nel settore sociale e culturale con l’obiettivo di favorire l’integrazione, ha infatti voluto donare la somma di 5mila euro - raccolti fra i suoi simpatizzanti - a favore dei servizi sociali del nostro Comune. «Un incontro davvero cordiale – ha commentato al termine il sindaco Miatto – nel corso del quale abbiamo condiviso le nostre considerazioni sulla situazione in atto. Voglio ringraziare gli amici dell’associazione "Misericordia" sia per il loro lavoro quotidiano che si pone come un ponte fra le culture sia per l’impegno che stanno dimostrando in questi giorni di emergenza, concretamente testimoniato anche da questo atto di generosità».

«L’associazione ‘’Misericordia’ – spiega in una nota il presidente Aboulhaoun - sente l’obbligo di adoperarsi per fronteggiare i danni che questa crisi sanitaria, morale, economica e sociale sta recando al nostro Paese. La pandemia non conosce distinzioni di provenienza, lingua, sesso o colore, differenze che normalmente facciamo noi tra le persone. Il virus può attaccare chiunque. Ed è per questo che dobbiamo reagire tutti assieme. Non possiamo restare inerti davanti ad una simile situazione di emergenza. Per tale motivo – conclude il presidente – abbiamo fornito all'amministrazione comunale i nominativi di volontari della nostra associazione per collaborare a distribuire la spesa e a tutte le iniziative pubbliche che dovessero essere messe in campo. Da ultimo abbiamo anche contattato l’Avisper contribuire alla donazione di sangue. Desidero infine rivolgere uno speciale ringraziamento ai nostri medici e infermieri ed e tutti gli operatori sanitari che sono in prima linea a combattere il Coronavirus. Un sentito grazie va anche alle Forze dell’ordine, ai volontari della Protezione civile e all'amministrazione comunale per l’impegno che mettono nel fronteggiare e gestire questa fase di emergenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Attualità

Decreto riaperture, la bozza: «Il coprifuoco resta alle 22»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento