Coronavirus, 100mila euro di danni l’annullamento dell’Antica Fiera di Godega

Si sarebbe tenuta da domani (sabato 29 febbraio) a lunedì 2 marzo. Il sindaco Paola Guzzo: «Confidiamo su un fondo con misure economiche di urgenza da parte di Regione Veneto e Stato italiano»

Un'edizione passata

Oltre 100 mila euro: questo è il danno che subisce il Comune di Godega di Sant’Urbano per l’annullamento dell’Antica Fiera che avrebbe dovuto tenersi da domani (sabato 29 febbraio) a lunedì (2 marzo) ma è stata abolita per l’emergenza coronavirus in ottemperanza all’ordinanza di Ministero della Salute e Regione Veneto. La cifra è ancora provvisoria e probabilmente stimata al ribasso ma rende bene l’idea del “rosso” con cui il Comune di Godega Sant’Urbano si trova a fare i conti. Una cifra enorme per un ente locale di poco meno di 6 mila abitanti.

«Stiamo ancora facendo gli opportuni approfondimenti con i vari uffici per quantificare con precisione il danno -spiega il sindaco Paola Guzzo- Quello che sta emergendo è l’insostenibilità per le casse comunali di questa perdita. Auspichiamo che Stato e Regione istituiscano un fondo con misure economiche di urgenza per aiutare situazioni come la nostra che hanno subito un danno ingestibile a causa dell’emergenza coronavirus, una vera e propria “calamità naturale”». In tanti anni, se non secoli, è la prima volta che l’Antica Fiera viene annullata, oltretutto così sotto data, mandando nel caos uffici, organizzatori, espositori e visitatori, che ancor oggi stanno tempestando di telefonate il Comune per sapere se la  manifestazione si terrà o meno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sarebbe stata la Fiera più bella degli ultimi anni -afferma l’assessore Paolo Attemandi- la macchina organizzativa era ben oliata e affiatata, l’offerta espositiva di grande qualità e c’erano molte aspettative per questa edizione. Doverla annullare per ragioni sanitarie è stato un grande dispiacere, anche se abbiamo condiviso l’opportunità perché la salute dei cittadini va messa al primo posto. Spostare più avanti l’evento non era possibile. Ringrazio a nome dell’Amministrazione gli espositori, gli uffici comunali, i collaboratori e i volontari, con una promessa: ci rifaremo il prossimo anno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Tragedia in A27: perde il carico, scende a recuperarlo ma viene travolto

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Apre a Castelfranco la brasserie di uno chef stellato

  • Male incurabile, il sorriso di mamma Liliana si spegne a 47 anni

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento