Giornata mondiale dell'autismo: la fontana di Piazza Caduti si tinge di blu

L'iniziativa del Comune di Mogliano Veneto per sostenere la Giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo in cui case e palazzi sono soliti colorarsi di blu

Ricorre oggi, giovedì 2 aprile, la Giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo in cui case e palazzi sono soliti colorarsi di blu. Di blu, oggi, l’amministrazione comunale di Mogliano ha colorato anche la sua principale fontana.

L’assessore alle Politiche sociali, Giuliana Tochet, motiva così la scelta di tale gesto: «La fontana di piazza Caduti si tinge di blu proprio come il pezzo di puzzle che rappresenta l’autismo. Già nel 1963, quando ancora l’autismo era considerato una malattia psichiatrica, questo puzzle conteneva un pezzo con un bambino in lacrime, a significare la grande sofferenza che isola dal mondo i bambini affetti da autismo. Nel 2005 l’Autism Speaks, prima associazione per l’autismo, ha usato un pezzo di puzzle blu come proprio logo e quale simbolo di richiamo all’infanzia. All’epoca si pensava però che solo il sesso maschile fosse colpito da autismo; con gli anni si capì che non era così, anche il sesso femminile lo era! Inoltre fu chiarito che non si tratta di una malattia. Gli autistici sono come degli stranieri che non comprendono il nostro linguaggio».

Nel 2007 l’Onu decide di dedicare una giornata all'autismo e fissa la data del 2 aprile. A causa del particolare momento epidemico che stiamo vivendo, sono sospese tutte le iniziative collegate a questa ricorrenza, fra cui l’inaugurazione del nuovo spazio educativo nella Barchessa di Villa Torni (al Gris) che si chiamerà “Minions”, prevista per oggi – alla presenza dell’assessore regionale alla Sanità e Servizi sociali Manuela Lanzarin, del sindaco di Mogliano Davide Bortolato e dell’assessore alle Politiche sociali Giuliana Tochet – organizzata da ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici). La presidente e fondatrice del laboratorio “Addolciamo l’Autismo”, Stefania Ruggiero, spiega che in questo nuovo laboratorio i bambini autistici della preadolescenza troveranno tutti i pomeriggi professionisti specializzati ad accompagnarli nel loro percorso di crescita, dando risposte e sollievo alle famiglie con questa difficoltà. Il nuovo laboratorio si collocherà nel più ampio progetto di rivalutazione dell’Istituto Gris promosso dall'Ulss2, che lo riqualificherà come secondo polo regionale per l’autismo. Il laboratorio “Addolciamo l’Autismo”, ormai noto a Mogliano Veneto, sta svolgendo attività di volontariato preparando dolci e pane per coloro impegnati nell'emergenza Coronavirus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento