Coronavirus: 72 contagi nella Marca, turismo in crisi

L'hotel Villa Fiorita di Monastier costretta a chiudere i battenti fino all'8 marzo. Contagi in aumento a Treviso ma l'Ulss 2 vorrebbe riaprire il reparto di Geriatria

L'Hotel Villa Fiorita (Foto d'archivio)

E' iniziata la seconda settimana dell'emergenza Coronavirus a Treviso e provincia. La nuova ordinanza pubblicata dal Governo domenica 1 marzo ha prolungato la sospensione delle lezioni scolastiche e la chiusura di locali notturni, colpendo ancora di più i settori dell'economia locale e del turismo.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" gli alberghi della Marca stanno vivendo giorni difficili con ben tremila cancellazioni registrate in pochi giorni. Un crollo verticale del turismo denunciato da Federealberghi proprio in queste ore. Il park hotel Villa Fiorita di Monastier, secondo quanto riportato dalle ultime indiscrezioni, avrebbe deciso di chiudere i battenti fino a domenica 8 marzo. La scorsa settimana, in soli tre giorni, sono arrivate 3280 cancellazioni fino al mese di ottobre. Il personale di Villa Fiorita è stato messo temporaneamente in ferie ma, annuncia la direzione, se lo stato di emergenza dovesse continuare anche nelle prossime settimane alcuni dipendenti potrebbero addirittura essere lasciati a casa. Sulla pagina Facebook dell'hotel, intanto, la direzione ha annunciato la sanificazione dei locali con l’ozono, uno dei più potenti battericidi esistenti ed estremamente efficace contro i virus. «Tutte le nostre camere e la zona ristorante sono state trattate con questa misura per garantirvi comfort e sicurezza durante la vostra permanenza da noi» si legge nel messaggio. In provincia di Treviso solo il 4% delle stanze disponibili è al momento occupato. Una grave perdita soprattutto per la scorsa settimana quando si attendeva il gran finale del Carnevale. Resiste, al momento, solo il turismo sulle colline del Prosecco in calo ma non così visibilmente come in altri centri della provincia. Si rischiano perdite per decine di milioni di euro.

Salgono a 72 i casi positivi a Treviso

Il nuovo bollettino del Coronavirus nella Marca parla di un nuovo aumento dei casi positivi. Secondo le ultime stime il numero totale sarebbe di 72 persone positive, solo 16 in meno rispetto ai casi registrati a Vo' Euganeo. L'ospedale Ca' Foncello ha aperto le tende attrezzate per far fronte all'emergenza ma la speranza dell'Ulss 2 è quella di riuscire a riaprire il reparto di Geriatria dell'ospedale trevigiano già prima della fine di questa settimana. Le tende attrezzate negli altri ospedali della provincia, al momento, non saranno utilizzate. La soluzione che l'Ulss 2 avrebbe in mente sarebbe quella di spostare in isolamento domiciliare i pazienti ancora ricoverati in Geriatria in modo da liberare il reparto e poter dare il via alle operazioni di sanificazione generale. A quel punto potrebbe avvenire la riapertura senza conseguenze per medici e pazienti.

Lezioni online per le scuole

Oltre a ospedali, economia e turismo anche il settore delle scuole sta pagando il caos dell'emergenza Coronavirus. Per la seconda settimana di fila gli alunni degli istituti trevigiani non seguiranno le lezioni in classe. Non si può parlare di una chiusura totale delle scuole perché in molti istituti gli insegnanti sono stati richiamati al lavoro insieme al resto del personale Ata. La soluzione, al momento, sembra quella di procedere con delle lezioni online in modo che gli studenti possano restare al passo nonostante questa assenza prolungata. I primi corsi online nella Marca sono stati attivati dall'istituto Cavanis di Possagno, dal Cerletti di Conegliano e dal Duca degli Abruzzi con il liceo Da Vinci a Treviso. Il fatto che l'ordinanza sia uscita solo domenica a tarda sera ha creato non pochi problemi ai dirigenti degli istituti che, fino all'ultimo, non hanno saputo se riaprire o meno le scuole. Alla fine è arrivata l'ufficialità dell'ordinanza: fino all'8 marzo le classi resteranno chiuse. Le lezioni online restano dunque l'unica soluzione per far fronte all'emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Schianto tra camion, chiuso il tratto Portogruaro-San Stino della A4

Torna su
TrevisoToday è in caricamento