Maser non si ferma: «Noi non ci fermiamo, non fermatevi neanche voi»

Il sindaco Claudia Benedos: «Usiamo prudenza ma continuiamo a goderci la bellezza unica di Maser»

La foto di gruppo

«A gennaio abbiamo raddoppiato le presenze, l’afflusso turistico è stato continuo fino al 23 febbraio, adesso invece abbiamo avuto molte disdette». Emblematiche le parole di Francesca dell’agriturismo Sant’Andrea, che ieri ha lanciato un messaggio di fiducia insieme a tanti esercenti dell’associazione Maser in Rete. «Qui rispettiamo tutte le misure di precauzione e il criterio droplet per la massima sicurezza, venite a Maser, siamo pronti ad accogliervi»: ha detto Marco Bonotto dell’Osteria Jodo. Gli esercenti si sono riuniti oggi mercoledì 4 marzo davanti alla Villa di Maser, bellezza per eccellenza Patrimonio dell’Unesco, per fare rete. Francesca, che a novembre ha aperto la Vecchia osteria della Nonna, continua a lavorare con ottimismo: «Aprirò a breve anche un bed and breakfast. Maser non si ferma!».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Maser non c’è stato alcun caso di Coronavirus ma gli esercenti si sono organizzati per applicare tutte le misure preventive e continuano a confrontarsi tra di loro. Tanti gli sforzi degli esercenti, tra cui Fabio della Trattoria Da Ismene, Renato dell’osteria Tonel, Marianna del negozio di abbigliamento Tesser Shop e Adolfo  Giancarlo Martignago dell’omonima azienda agricola. Ieri anche il sindaco Claudia Benedos ha partecipato all’incontro con i membri dell’associazione Maser in Rete: «Viviamo quest’emergenza con cautela ma senza panico. E soprattutto godiamoci la bellezza unica di Maser».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

  • Covid nelle scuole della Marca: 8 classi in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento