Coronavirus stronca il ragionier Giampaolo Garattoni: aveva 77 anni

Originario di Pesaro era socio di maggioranza della Turbosol a Breda di Piave. Il virus l'ha ucciso in poche settimane. Imprenditoria trevigiana in lutto. Il ricordo commosso dei colleghi

In foto Giampaolo Garattoni

La Turbosol Produzione Srl di Breda di Piave piange in questi giorni la scomparsa del ragionier Giampaolo Garattoni, di 77 anni, colpito qualche settimana fa dal Coronavirus che l'ha portato alla morte nella giornata di giovedì 2 aprile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’intera famiglia Turbosol, maestranze, collaboratori e soci sono in lutto e partecipano al dolore della famiglia alla quale inviano il loro grande cordoglio. Pesarese, fondatore e titolare di un noto studio commercialistico, imprenditore, persona stimata da tutti a livello professionale ma soprattutto umano, è stato, qualche anno fa, il capocordata assieme alla compagine manageriale trevigiana, nella rilevazione dell’azienda Turbosol da un fondo di private equity. Era riuscito, con l’attuale gruppo manageriale, a ridare slancio economico-patrimoniale alla ditta fino a portarla all’utile dopo anni di crisi. La Turbosol è un’azienda trevigiana doc da 65 anni che progetta, produce e commercializza in tutto il mondo macchine per il pompaggio di malte e conglomerati cementizi e calcestruzzi per il settore delle costruzioni civili, industriali e infrastrutturali. La Turbosol è anche una delle aziende più longeve di Treviso e il prossimo 8 aprile compirà 65 anni di vita (è stata fondata l’8 aprile del 1955 e la sede storica è stata presso la Fonderia di Treviso). «Ci stavamo preparando per festeggiare questo importante anniversario con tutti nostri collaboratori e partner industriali e istituzionali ma, purtroppo, ci troviamo invece, come tutti, a sperare di festeggiare quanto prima la fine di questa battaglia contro un nemico invisibile che ha fatto mancare tantissime persone e, tra queste anche il nostro presidente del CdA, figura di grande caratura per tutti noi. Continuando il percorso di attenzione verso il sociale e la comunità dove viviamo e operiamo, come da sempre richiesto dal nostro Presidente, assume ancora maggior valore nel suo ricordo, la donazione fatta in queste settimane a favore dell’iniziativa della Regione del Veneto “Emergenza Coronavirus” e con la speranza che il senso di forte comunità anche delle altre realtà industriali della zona possa contribuire per il bene comune della nostra Regione e, così facendo, anche di aiutare l’Italia intera per poter vedere la luce in fondo al tunnel quanto prima» concludono i vertici dell'azienda trevigiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento