menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
In foto l'ospedale San Valentino di Montebelluna

In foto l'ospedale San Valentino di Montebelluna

Coronavirus, l'imprenditore Umberto Sicuro muore in soli sei giorni

Aveva 66 anni. Martedì scorso era stato ricoverato in ospedale a Montebelluna. Domenica 22 marzo il decesso. Originario di Castelfranco Veneto non aveva patologie pregresse

La bicicletta era la sua grande passione e, solo pochi giorni fa, era uscito con gli amici per una pedalata in compagnia. Nessuno dei suoi cari avrebbe immaginato che, da lì a pochi giorni, l'imprenditore Umberto Sicuro sarebbe morto a causa del Coronavirus.

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", Sicuro è il primo paziente, originario di Castelfranco Veneto, ad essere stroncato dal virus senza aver avuto patalogie pregresse. Aveva 66 anni ed era vedovo di Anna Maria Borghetto (morta nel 2013 per una malattia incurabile) l'imprenditore era stato ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale di Montebelluna nella giornata di martedì 17 marzo. Le sue condizioni sono precipitate in pochi giorni e domenica 22 marzo il suo cuore ha smesso di battere. Dopo aver guidato l'azienda edile di famiglia Vecoper, negli Anni 80 Sicuro aveva fondato la Newcofin, azienda specializzata nel settore abbigliamento con stabilimenti in Indonesia. Negli ultimi anni si era dedicato, insieme al figlio Enrico, al settore delle energie alternative. Sette mesi fa aveva rischiato la vita in un incidente in sella alla sua bicicletta. Costretto a una lunga degenza dovendo portare il collare, si era riabilitato solo nelle scorse settimane tornando a uscire in bicicletta poco prima che la provincia di Treviso venisse dichiarata zona rossa. Solo pochi giorni dopo ha iniziato ad avere febbre alta e difficoltà respiratorie. Il virus non gli ha lasciato scampo portandoselo via in meno di una settimana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Coniglietto intrappolato nel camino: salvato dai pompieri

  • Eventi

    La lotta alla Mafia di Falcone e Borsellino raccontata da Pietro Grasso

  • Attualità

    Premio “Giuseppe Mazzotti” Juniores: prorogata la scadenza del bando

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento