Coronavirus, finti addetti dell'Ulss a casa di anziani per il tampone

L'allarme è stato lanciato dal sindaco di Ponzano Veneto, Antonello Baseggio, che segnala come ignoti cerchino di entrare nelle abitazioni più isolate. Per ora gli "assalti" sono stati respinti

Si presentano a casa degli anziani, specialmente quelli che vivono maggiormente isolati, dicendo che sono addetti del Comune e che sono mandati per conto dell'Ulss a fare dei tamponi e dei rilievi ambientali contro il coronavirus. Sono truffatori senza scrupoli quelli che in questi giorni sono stati segnalati in varie zone della Marca, tra cui il Comune di Ponzano Veneto. Qui il sindaco Antonello Baseggio ha diffuso, nella serata di martedì, un'allerta via Facebook, richiamando i suoi cittadini all'attenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • Festa nel locale con 120 persone: blitz di polizia, polizia locale e carabinieri

Torna su
TrevisoToday è in caricamento