Coronavirus, «Basta psicosi: visitate Asolo» il post del sindaco spopola sui social

Sulla pagina Facebook del Comune trevigiano ha riscosso apprezzamenti e condivisioni un post del sindaco che invita i cittadini a uscire di casa e a visitare Asolo questo fine settimana

«Sì all'attenzione, no al panico». Il sindaco Mauro Migliorini lancia un appello per un ritorno alla normalità in questi giorni di psicosi da Coronavirus e un invito a visitare Asolo approfittando del prossimo fine settimana. Sulla pagina Facebook del Comune sta spopolando un post del primo cittadino contraddistinto dall'hashtag #AsoloNonSiFerma.

Scrive il post: “Weekend in arrivo, esci, ascolta un buon consiglio! La città di Asolo e il suo centro storico vi aspettano”. Seguono l'elenco delle principali cose da vedere nella città dai cento orizzonti, il consiglio a fermarsi nei “locali e negozi aperti” e anche le indicazioni sul mercato settimanale del sabato mattina in Viale Tiziano e sul mercato agricolo del lunedì pomeriggio a Ca' Vescovo. Salutato da numerosi “like” e condivisioni, il post vuole diffondere un messaggio positivo in occasione dell'ultimo weekend del periodo delle “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-2019” imposto dall'ordinanza dello scorso 23 febbraio del Ministero della Salute in accordo con la presidenza della Regione Veneto. «Le attività non solo turistiche e ricettive, ma anche culturali, artigianali e industriali del nostro territorio stanno già pagando per questa situazione - afferma Migliorini -. Il nostro appello è quello di far capire a tutti che la nostra città è aperta e che le nostre attività lavorano. Chi di competenza a livello non solo regionale, ma anche nazionale ed europeo, dovrà attivarsi per salvaguardare il nostro patrimonio». L'appello del sindaco di Asolo è stato ripreso e rilanciato dal presidente dei Borghi più belli d'Italia Fiorello Primi, il quale segnala che «molte persone stanno mandando disdette per le vacanze nei nostri borghi, addirittura fino a luglio. Credo che sia in campo un'esagerazione dovuta più ad uno stato d'animo piuttosto che a un rischio concreto - sottolinea Primi che conclude - Cerchiamo di mantenere la calma ed evitiamo che il virus più che “corona” sia quello del panico».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'invito dell'amministrazione comunale a venire a scoprire Asolo proprio in questo momento è stato particolarmente gradito dagli operatori del turismo, della ristorazione e del commercio che nel borgo a vocazione turistica internazionale stanno vivendo una situazione senza precedenti. «Noi siamo in uno stato di preoccupazione importante - afferma Elena De Checchi, titolare assieme alla sorella Silvia dell'Albergo al Sole di Asolo - Da lunedì scorso, in sole 12 ore sono svanite nel nulla le prenotazioni per i 15 giorni successivi. Ma la nostra preoccupazione più grande è il riflesso della reputazione del turismo italiano nel mondo. A causa di questo stato di allarmismo abbiamo già ricevuto cancellazioni di gruppi per il periodo estivo. Oggi assieme al sindaco Migliorini, che è molto attivo nei social, abbiamo fatto una foto davanti all'hotel per informare che l'albergo è aperto. Altrimenti le attività sono bloccate, sia come hotel che come ristorazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento