Coronavirus, a Castelfranco rete sociale per aiutare le persone più deboli

Iniziativa coordinata tra l'amministrazione comunale, i servizi sociali, la Caritas e i volontari di Telefono Amico. Tra i servizi la consegna di farmaci porta a porta

In queste giornate di emergenza, l‘Ufficio Servizi sociali sta ponendo la massima attenzione alle fasce più deboli della popolazione, ad anziani soli e persone indigenti. Con l’obiettivo di coordinare gli interventi, in un piano di comunicazione omogeneo che possa dare rapide risposte alle numerose richieste, l’Assessorato ha messo in rete i vari attori del Territorio, contando oltremodo sulla capillare presenza delle diverse associazioni attive nelle Frazioni e Quartieri quali vere sentinelle.

Tra gli interventi posti in essere, le diverse farmacie della città si sono attivate per dare un supporto alle persone con disabilità, anziani e con fragilità che possono usufruire del servizio gratuito di consegna di farmaci a domicilio secondo le diverse indicazioni. Consegna a domicilio anche per la spesa attraverso alcuni esercizi commerciali. L’assessorato invita, oltremodo, eventuali ed ulteriori attività che intendono proporre i propri servizi, a prendere contatto con l’Ufficio Servizi sociali per accordi ed un’opportuna valutazione. In queste settimane di residenza forzata è disponibile il servizio di supporto telefonico con assistenza tecnica e consegna di pasti a domicilio, il tutto tramite assistenti domiciliari dei Servizi Sociali. Supporto telefonico anche con l’aiuto psicologico attraverso i volontari di Telefono Amico e con un numero verde aperto dalla Regione Veneto attivo H24 7/7. La Caritas Parrocchiale ha infine attivato una serie di servizi a favore delle persone più vulnerabili ed in gravi difficoltà economiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Nell’emergenza – spiega l’assessore al Sociale, Sandra Piva – la nostra attenzione è orientata alle molte persone in difficoltà che, più che mai, si sentono sole ed abbandonate, faticando a trovare anche semplici risposte. Abbiamo reso disponibili una serie di servizi grazie alla capillare rete di Associazioni ed Enti presenti a Castelfranco Veneto. Ritengo però fondamentale il rapporto di vicinato, la telefonata che ognuno di noi può fare per sapere lo stato di salute ed eventuali necessità del vicino di casa, segnalandoci le situazioni più problematiche nel pieno spirito di una Comunità unita e solidale». Aggiornamenti e nuovi servizi verranno resi noti attraverso il sito web del Comune, le pagine social e materiale informativo realizzato e distribuito dagli Uffici comunali competenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Sequestrata dai Nas la casa di riposo “Home Claudia Augusta”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento