A scuola la creatività non si ferma nemmeno con il Coronavirus

Gli studenti del Riccati-Luzzatti di Treviso hanno inventato nuove soluzioni per le consegne a domicilio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Armati di webcam e tante idee, professori e studenti dell’ Istituto Tecnico “Riccati – Luzzati” di Treviso hanno partecipato alla finale del Creativity CAMP 2020, stabilendo un primato nazionale: è la prima volta in Italia infatti che un percorso formativo scolastico si conclude con un evento esclusivamente via web. Puntuali alle 10.30 di venerdì 27 marzo gli otto team della Quarta D del Riccati-Luzzatti si sono dati appuntamento online per presentare alla commissione di esperti ed ai docenti le idee di business su cui avevano iniziato a lavorare prima dello stop alle lezioni, sotto la guida dei formatori dell’associazione Innovation Future School. I progetti sviluppati dai team dovevano rispondere alla sfida lanciata in tempi non sospetti in classe nel primo incontro di apertura da Andrea Carturan, fondatore di Foodracers, nota azienda di food delivery veneta; in particolare l’input è stato quello di immaginare nuove idee e soluzioni con cui ampliare e rafforzare la gamma di servizi proposti da Foodracers.

Ciascun team ha saputo inquadrare la propria idea in un modello di business, sviluppando parallelamente anche il proprio sito web funzionante; per la giuria, composta da imprenditori ed esperti professionisti, tra cui Teresa Macchia di Konika Minolta Italia, Marco Rizzo di Ferrara Smart City, Matteo Mazzoleni di MARKETERs e Federico Morello di Riuni non è stato semplice scegliere il vincitore tra i progetti presentati che hanno proposto idee e soluzioni molto creative, con quel pizzico di follia che solo gli adolescenti ci sanno regalare e di stretta attualità. La preside dell’istituto, dott.ssa Luisa Mattana, ha voluto sottolineare la necessità di dare continuità ai progetti avviati durante l’anno anche in un momento come quello che stiamo vivendo, per premiare gli sforzi fatti dai ragazzi e per rafforzare il collegamento tra mondo della scuola e mondo del lavoro.

Alla fine, tra siti di ecommerce per i prodotti freschi, servizi di colazione a domicilio organizzazione di eventi ha vinto il progetto “Dwelling Chef” del team composto da Angeli Chiara, Nargi Gabriele, Stadere Alessia e Zecchel Pamela. La proposta è quella di un servizio di chef a domicilio pronti a cucinare i migliori piatti scelti online tra un ampio menù di primi e secondi piatti, con vino e materie prime ovviamente consegnati da Foodracers. “Progetti come questi aiutano a rafforzare il team working e sviluppare quelle abilità trasversali necessarie per un inserimento di successo in futuri ambienti lavorativi ed universitari – hanno voluto sottolineare la prof.ssa Antonella Solimani e il prof. Stefano Botteon – inoltre i ragazzi, in questa fase del percorso scolastico hanno saputo esaltare la Creatività, intesa come capacità di elaborare nuove idee e sviluppare nuovi punti di vista, richiesta dalle aziende del territorio”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento