Coronavirus, a marzo traffico in calo del 54,46% sulle autostrade del Veneto

Nel mese di marzo appena trascorsa la media del calo del traffico si è stabilizzata intorno al -75% raggiungendo però in alcuni casi picchi anche dell'82%

Crollo del traffico ormai assestato attorno a quota -75% sulle tratte gestite da Concessioni Autostradali Venete: nel consueto report settimanale i dati confermano la tendenza progressiva alla riduzione drastica e generale degli spostamenti, provocati dalle misure di contenimento della diffusione del Covid-19 previste negli ultimi decreti governativi.

I dati definitivi di marzo, un mese intero in quarantena, confermano il calo complessivo e definitivo di traffico rispetto al 2019 nell’ordine del 54,46%, con punte giornaliere, soprattutto negli ultimi 10 giorni del mese, arrivate a superare quota -82% in alcune giornate. A marzo 2020 infatti i veicoli transitati sul sistema chiuso gestito da Concessioni Autostradali Venete (Padova-Venezia e Passante di Mestre) sono stati 2.766.706, contro i 6.075.946 registrati a marzo 2019. Più marcato il calo dei veicoli leggeri: -63,08%, meno sensibile quello relativo ai mezzi pesanti: -24,71. Tendenza confermata nei primi tre giorni di aprile, che mostrano un calo drastico medio di -72,07% rispetto al periodo omologo dell’anno precedente (3-4-5 aprile 2019), con i transiti passati da 636.660 a 177.814 unità. A incidere sono non solo le misure restrittive introdotte nell'ultimo periodo dai provvedimenti delle autorità, riguardanti la chiusura di molte attività produttive e commerciali e le limitazioni agli spostamenti delle persone, ma anche i primi effetti del fermo produttivo generale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve e vento forte, scatta l'allerta meteo in Veneto

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • Festa in casa con 42 persone, vicini chiamano i carabinieri

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento