Coronavirus, i sindaci veneti chiedono un incontro con il presidente del consiglio

Il sindaco di Treviso, Mario Conte, inoltrerà la richiesta di incontro urgente con il Governo. I Comuni veneti sono preoccupati per le modalità della “Fase 2”, una ripresa delle attività che è essenziale per la tenuta economica della regione

Il sindaco di Treviso, Mario Conte

I sindaci dei capoluoghi di provincia del Veneto hanno dato mandato a Mario Conte, primo cittadino di Treviso e presidente Anci Veneto, di chiedere un incontro urgente con il Governo. I Comuni veneti sono preoccupati per le modalità della “Fase 2”, una ripresa delle attività che è essenziale per la tenuta economica della regione ma che va gestita con soluzioni “su misura” per avere reale efficacia. È una fase strategica per il dopo emergenza sanitaria e che vede nelle municipalità le istituzioni che più di altre hanno il polso della situazione.

Ecco perché Mario Conte oggi chiederà ufficialmente un incontro a Giuseppe Conte, forte del fatto di rappresentare i sindaci di una regione che ha saputo gestire la Fase 1 in maniera scientifica e con provvedimenti efficaci per il contenimento del contagio. Le videoconferenze periodiche dei sette sindaci Veneti hanno infatti evidenziato due ambiti particolarmente critici per il Veneto: lavoro e aziende, scuole e famiglie.

Servono risposte concrete, ad esempio, su uno snodo fondamentale: con la ripresa del lavoro e le scuole chiuse, le famiglie hanno bisogno di servizi per la gestione dei figli. Una questione sulla quale i sindaci di Venezia, Treviso, Belluno, Padova, Rovigo, Vicenza e Verona hanno idee e proposte per le proprie comunità da realizzare in sicurezza. Questo e altro è il contenuto del pacchetto che il sindaco Conte riferirà al Governo, chiedendo che la Regione possa avere maggiore libertà di azione nel realizzare la Fase 2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Noi veneti siamo stati i migliori alleati del Governo durante l’emergenza sanitaria -ha detto Mario Conte- La Regione Veneto ha gestito in maniera ottimale ed è per questo che pensiamo di poter fare altrettanto anche con la ripresa economica. Abbiamo la serietà e la competenza amministrativa per sapere di cosa hanno bisogno le nostre aziende e le nostre famiglie. Chiediamo al premier Conte di ascoltarci e di fidarsi di noi, lasciando al Veneto la possibilità di fare ciò che è necessario per far ripartire una delle locomotive del Paese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade nelle acque del Sile, fugge in treno e lo ritrovano a Bassano

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Grandine e vento forte, il maltempo torna a colpire la Marca

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Tragico schianto col furgone nella notte: 62enne muore a pochi metri da casa

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento