rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità San Vendemiano / Via Alcide de Gasperi

Corri in rosa 2023: oltre duemila donne al via per la Senologia dell'Ulss 2

Appuntamento domenica 12 novembre a San Vendemiano: con i fondi raccolti sarà acquistata un'intelligenza artificiale da affiancare ai medici per l'attività di screening. Novità di quest'anno: un convegno a Conegliano il 31 ottobre su tumori e prevenzione

Oltre duemila donne hanno scelto quest'anno di far parte della Corri in rosa 2023: domenica 12 novembre a San Vendemiano la nona edizione organizzata da Tri Veneto Run per sostenere la ricerca e lo screening legato al tumore al seno.

Giovedì 26 ottobre la presentazione dell'evento a Villa Carisi, sede dell'Ulss 2 Marca trevigiana. La corsa rosa quest'anno aiuterà la Radiologia Senologica contribuendo all’acquisto di un applicativo di Intelligenza Artificiale in grado di assistere i medici nella valutazione delle mammografie effettuate come approfondimento di secondo livello nel programma di screening mammografico ma anche per le mammografie in donne sintomatiche oppure di follow up in quelle operate per un pregresso tumore alla mammella. Novità di quest'edizione il convegno per parlare proprio di Intelligenza Artificiale e prevenzione in programma martedì 31 ottobre all'auditorium "Dina Orsi" di Conegliano. Alla presentazione della "Corri in rosa 2023" sono intervenuti Francesco Benazzi, direttore generale dell’Ulss 2, Francesco Sartori presidente di Tri Veneto Run, il vicesindaco e assessore al sociale di San Vendemiano, Renzo Zanchetta, la dottoressa Claudia Maria Weiss, responsabile dell’Unità operativa semplice Radiologia senologica e referente diagnostico del programma di screening mammografico, il dottor Paolo Patelli, direttore del dipartimento di prevenzione dell’Ulss 2, il dottor Giovanni Morana, direttore della Radiologia Diagnostica dell’Ulss 2 e Aldo Zanetti, amministratore di Maratona di Treviso.

Corri in rosa 2023-2

La corsa

L’appuntamento con la corsa delle donne per le donne è per domenica 12 novembre. Lo start è previsto per le ore 10 da via De Gasperi, di fronte al municipio sanvendemianese. Dopo il via le partecipanti potranno scegliere se correre o camminare 6,5 chilometri oppure 13 chilometri. Due percorsi che permetteranno non solo di godere degli scorci cittadini ma anche dei panorami naturali della Calpena, colorata dai suggestivi toni autunnali. Coloro che indosseranno la maglietta rosa dell’evento lo faranno anche per coloro che magari stanno lottando contro una neoplasia mammaria, per coloro che sono guarite e anche in ricordo di coloro che purtroppo non ce l’hanno fatta. Esserci, è già una vittoria, quella della solidarietà. Le iscrizioni saranno aperte fino a giovedì 2 novembre online, via mail con le modalità indicate sul sito corrinrosa.run o al Maxcafè di San Vendemiano, alla Farmacia Carli di Conegliano e presso Il Tulipano di Conegliano.

Il convegno

Ad arricchire la proposta della Corri in rosa, quest’anno ci sarà anche un convegno aperto a tutti e a tutte, che si svolgerà martedì 31 ottobre dalle ore 18 alle 20 all’auditorium "Dina Orsi" di Conegliano. L’incontro, dal titolo "Alleanze virtuose: l’attività fisica e lo screening", tratterà dell’importanza di uno stile di vita attivo, con il movimento, a partire da una semplice camminata, pietra miliare dello star bene, illustrerà i programmi di screening dell’Azienda Ulss 2 Marca trevigiana (nel 2022 sono state effettuate 43.891 mammografie, con circa 1200 esami di secondo livello, che hanno portato all’individuazione di 401 tumori maligni) e affronterà il tema dell’Intelligenza Artificiale a supporto della prevenzione e diagnosi precoce. A seguire, ci sarà un dibattito con il pubblico. Relatori saranno le dottoresse dell’Ulss 2, Manuela Mazzetto, responsabile dell’Unità operativa semplice Programmi di screening e Claudia Maria Weiss, responsabile dell’Unità operativa semplice Radiologia senologica e referente diagnostico del programma di screening mammografico. Moderatore dell’evento sarà Franco Bragagna, storico giornalista di Rai Sport.

I commenti

Il direttore generale Francesco Benazzi ha esordito dicendo: «Siamo davvero riconoscenti a Tri Veneto Run con cui è in atto ormai da anni, sul fronte della prevenzione e della diagnosi precoce del tumore al seno, un’importante collaborazione. Grazie alle edizioni precedenti della Corri in rosa era stato acquistato un mammografo installato all’ospedale di Conegliano e oggi attivo per il servizio di screening. Quest’anno il supporto si sposterà sul Ca’ Foncello con la donazione di un contributo alla Radiologia senologica per l’acquisto di un applicativo di intelligenza artificiale che assisterà i medici nella valutazione delle mammografie. Un grazie di cuore, dunque, agli organizzatori e a tutte le donne che parteciperanno all’evento sportivo e alla serata informativa».    
 
Francesco Sartori, presidente di Asd Tri Veneto Run, aggiunge: «Siamo orgogliosi che la "Corri in rosa" sia stato un evento apripista nel suo genere. Fin da subito abbiamo avuto chiaro che sarebbe stato utile viaggiare su due binari, quello della promozione dell’attività motoria, non necessariamente agonistica, e quello della prevenzione, partendo dalla diagnosi precoce. Oggi più che mai la tecnologia può essere davvero d’aiuto, per questo abbiamo sposato il progetto dell’ULSS 2 legato all’Intelligenza Artificiale. Un grazie va alle donne che parteciperanno, facendolo, oltre a passare una bella mattinata tra amiche praticando una sana attività sportiva, daranno davvero una mano alla prevenzione del tumore al seno».

Renzo Zanchetta, vicesindaco e assessore al sociale del Comune di San Vendemiano, conclude: Per la nona volta il nostro territorio comunale ospita la "Corri in rosa", una corsa che si è rinnovata, sposando quest’anno finalità nuove, legate anche ai nuovi bisogni che stanno emergendo sul fronte sanitario. Come amministrazione comunale metteremo in campo tutte le nostre migliori risorse, in termini di “uomini” e di strutture, per accogliere al meglio le partecipanti. Siamo pronti a vivere tutti insieme, dedicandoci allo sport e ai suoi valori in termini di salute e prevenzione, una giornata che sarà bellissima e che permetterà contribuire in maniera solidale ai programmi dell’Ulss 2».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corri in rosa 2023: oltre duemila donne al via per la Senologia dell'Ulss 2

TrevisoToday è in caricamento