menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cosimo Terlizzi sul set del film Dei, foto di Matteo Leonetti 2016

Cosimo Terlizzi sul set del film Dei, foto di Matteo Leonetti 2016

Asolo film festival: nominato il nuovo direttore artistico

Cosimo Terlizzi è stato scelto per guidare il festival asolano nell'edizione del 2019. Artista poliedrico ha esposto le sue opere nei più importanti festival del Mondo

Cosimo Terlizzi è stato scelto da Asolo Art Film Festival come nuovo direttore artistico per la sua poliedricità e la sua capacità di interagire nel mondo dei nuovi linguaggi dell’arte e delle sperimentazioni oltre che per la sua potente carica di empatia non disgiunta dalla sua capacità di vedere “oltre quello che tutti vedono”.

«Il festival di Asolo è nato storicamente per dare visione e discussione a quelle opere cinematografiche internazionali dalla forte impronta artistica e autoriale che non trovano facilmente collocazione, sin dal 1973, preso come esempio nel mondo. In questo momento si è avvertito il bisogno di avere come direttore artistico del festival una personalità forte e poliedrica con un importante background ma che nello stesso tempo sappia interagire con le forze presenti in loco ed aggregarle per ritrovare quell’anima poetica, folle e avventurosa caratteristica del Festival del Film sull’Arte più antico al mondo portandolo ad immergersi in un intenso clima visionario e di discussione sulle Arti. Su queste basi il festival ha scelto Cosimo Terlizzi».

Artista visivo italiano che spazia tra fotografia, video-arte e performance, per la sua formazione e attitudine è capace di unire tutte le arti. Indagatore della scena artistica contemporanea, Cosimo Terlizzi si è formato a Bologna negli anni novanta, dove è entrato in contatto con la scena avanguardistica in ambito artistico e universitario. Da lì la sua ricerca espressiva anche nell’ambito audiovisivo l’ha portato a realizzare film documentari ritenuti fondamentali per comprendere il nuovo sguardo sul contemporaneo: Murgia, Folder e L’uomo doppio. Le sue opere artistiche sono state esposte in musei e gallerie quali Centre Pompidou a Parigi, Mambo di Bologna, Centre for Contemporary Art di Varsavia, Fondazione Merz di Torino, la Galleria Civica d’Arte Contemporanea di Trento, il Macro di Roma, il National Museum of Breslavia in Polonia, la Galerie C di Neuchâtel e Traffic Gallery di Bergamo. I suoi film sono stati presentati in festival come Rotterdam Int. Film Festival, Festival d'Automne a Parigi, Kunstenfestivaldesarts di Brussel, Biennale Danza di Venezia, Torino Film Festival, Festival Internacional de Cine de Mar del Plata, London Int. Documentary Festival, Festival Internazionale del Cinema di Roma e Homo Novus festival di Riga. Nel 2017 realizza con Buena Onda (casa di produzione di Valeria Golino, Riccardo Scamarcio e Viola Prestieri) il suo primo lungometraggio di fiction, Dei. E’ già al lavoro per un'edizione, quella del 2019, che si terrà ad Asolo verso la fine di maggio, che promette scintille: oltre a premiare le opere più interessanti che arriveranno ad Asolo, Cosimo Terlizzi, come è avvezzo  fare, approfondirà tematiche inaspettate insieme ad importantissimi ospiti internazionali. Interessanti anche le collaborazioni con diverse università che porteranno il loro apporto assieme a molti ragazzi di Asolo e dintorni che stanno già collaborando al progetto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Benetton apre a Firenze un nuovo negozio eco-friendly

  • Cronaca

    Camion finisce fuori strada, perso il carico di terra

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento