rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Attualità Sant'Antonino / Piazzale dell'Ospedale

Covid, contagi e ricoveri in calo: «Situazione in lento miglioramento»

In terapia intensiva due nuovi ingressi tra cui un 40enne vaccinato ma con pluripatologie pregresse. Emergenza personale: oltre 300 assenze tra positivi e non vaccinati, venerdì 29 luglio l'incontro con i sindacati

La curva dei ricoveri Covid in provincia di Treviso non è più in salita: a dirlo, giovedì 28 luglio, è il direttore generale dell'Ulss 2, Francesco Benazzi. Già da qualche giorno i contagi erano in discesa, ora il calo (seppur in maniera lieve) sta interessando anche gli ospedali: l'incidenza provinciale è scesa a 830 casi su 100mila abitanti, 1.041 la media giornaliera dei positivi trovati nella Marca.

La buona notizia arriva, come detto, dagli ospedali dove i ricoverati positivi sono scesi dai 147 di ieri ai 140 di oggi. Ci sono però anche due nuovi ingressi in terapia intensiva: nessuno in pericolo di vita. Al Ca' Foncello un 40enne vaccinato con pluripatologie è finito in Rianimazione, l'altro paziente in terapia intensiva si trova a Montebelluna. Nelle ultime 24 ore sono 1.245 le vaccinazioni anti-Covid somministrate dall'Ulss 2, si tratta in gran parte di quarte dosi a Over 60. Bene anche l'indice Rt, sceso a 0.80 così come il numero di accessi Covid al pronto soccorso. «La speranza - commenta Benazzi - è di tornare ad avere un solo Covid hospital in tutta la provincia (quello di Vittorio Veneto) entro il 10 agosto».

Notizie meno rassicuranti arrivano però dalla carenza di personale: le assenze di medici positivi al Covid oggi sono: 8 a Treviso, 5 ad Asolo, 6 a Pieve di Soligo, 2 al dipartimento prevenzione e 3 nel resto del territorio. 115 i sanitari ancora sospesi perché non vaccinati: in totale sono oltre 300 le assenze a cui si sommano le due settimane di ferie concesse dall'azienda sanitaria a tutti i dipendenti. Domani, venerdì 29 luglio, si terrà l'incontro sindacale per la riorganizzazione dei turni estivi. Il piano dell'Ulss 2 è di riportare, entro la seconda settimana di agosto, l'attività chirurgica al 90%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, contagi e ricoveri in calo: «Situazione in lento miglioramento»

TrevisoToday è in caricamento