Covid, campagna di screening in Ats: avviati i tamponi sui dipendenti

Sui 280 sottoposti a tampone fortunatamente solo due si sono rivelati postivi al virus del Covid-19. In ogni caso, per il personale degli uffici è già stato incentivato lo smart-working

Immagine di archivio

Si è svolta giovedì scorso la giornata di screening su tutti i dipendenti di Ats, dai dipendenti agli organi di vertice, ossia il consiglio di amministrazione e il collegio sindacale: sui 280 sottoposti a tampone, solo 2 si sono rivelati postivi al virus del Covid-19. Sono state messe in atto fin da subito le procedure di isolamento dei positivi e di coloro che sono stati a stretto contatto con essi. «Abbiamo voluto effettuare lo screening su tutta la popolazione aziendale non solo per preservare la salute dei nostri dipendenti ma anche per senso di responsabilità nei confronti degli utenti», spiegano il presidente Fabio Vettori e l’amministratore delegato di Ats, Pierpaolo Florian.

Lo screening si è svolto in sei sedi di Ats: Montebelluna (sia nello stabile che ospita uffici e sportelli sia nel polo logistico), Carbonera, Riese Pio X, Treviso e depuratore di Castelfranco. «Lo screening è stato fortemente voluto dal consiglio di amministrazione perché siamo un’azienda di pubblica utilità e quindi per senso di responsabilità nei confronti dei nostri utenti, oltre che dei nostri dipendenti – spiegano il presidente, Fabio Vettori, e l’amministratore delegato di Ats, Pierpaolo Florian – Ringraziamo tutto il personale per la collaborazione dimostrata in questa giornata e perché hanno dato prova tutti di essersi assunti una responsabilità all’anticontagio anche nella sfera personale, non solo in ambiente di lavoro. Il fatto che in tutta la popolazione aziendale si siano riscontrate solo due positività è anche frutto, inoltre, della massiccia campagna di prevenzione messa in atto dall’azienda da quando è iniziata la pandemia».

L’azienda ha infatti provveduto a installare pannelli in plexiglass in tutti gli uffici, i quali sono stati anche rivoluzionati in modo che vi siano meno persone possibili all’interno. Installati termo-scanner all’ingresso delle sedi per la rilevazione della temperatura di tutti i dipendenti e degli utenti degli sportelli. Sono stati posizionati, inoltre, più di 25 erogatori di gel igienizzante per le mani e sono stati predisposti percorsi speciali, segnalati con cartelli e adesivi, in tutte le sedi. E’ stato predisposto anche un servizio igienico dedicato a tutti i fornitori esterni, oltre a cestini appositi per smaltimento di guanti e mascherine. Gli operativi nei cantieri, inoltre, seguono rigorosamente le normative anti-Covid e per il personale degli uffici è stato incentivato lo smart-working. Gli sportelli di Montebelluna, Riese Pio X e Pederobba sono già stati attrezzati con ventilazione meccanica controllata per favorire il ricambio dell’aria e progressivamente l’iniziativa verrà estesa a tutti gli altri siti aziendali. Un ulteriore screening verrà ripetuto prima di Natale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento